La berlina e la wagon ricevono piccole novità allo stile, più tecnologia e bordo e nuovi 1.6 a benzina e gasolio

Il piccolo boom di vendite registrato nel 2017 non ha impedito alla Kia di mettere mano alla sua berlina grande, la Optima restyling che sarà consegnata in Europa entro la fine di settembre 2018 con alcune novità per lo stile, la sicurezza e anche i motori, visto che arriveranno un nuovo diesel 1.6 e un benzina turbo con la stessa cilindrata. Grazie a queste migliorie la Optima che si può vedere in anteprima al Salone di Ginevra proverà a bissare i buoni risultati del 2017, quando le vendite in Europa sono cresciute da 9.600 a 16.800 unità, pur all’interno di una categoria dove le concorrenti hanno tutte nomi di peso e risentono della popolarità di SUV e crossover: la Optima è lunga 4,86 metri e va quindi a sfidare “mostri sacri” come le Opel Insignia Grand Sport e Volkswagen Passat.

Sei nuovi colori (a LED) per l’interno

La Kia Optima 2018 riceve le novità “tipiche” per affinamenti di questo genere, riservate al fascione anteriore (leggermente ristilizzato), alle ruote e alle luci: quelle posteriori sono a led e guadagnano una maggiore tridimensionalità, che giova alla coda e la fa apparire più profonda, mentre quelle anteriori ed i fendinebbia sono inediti. Sulla berlina cambia anche il fascione posteriore. Gli stilisti hanno rivisto inoltre la finitura della mascherina e ridisegnato il volante, la rifinitura satinata nella consolle centrale e l’illuminazione di bordo, ora a LED e personalizzabile con 6 tonalità di colore: chi vuole più grinta dovrà scegliere il rosso, chi ricerca l’ecologia il verde.

C’è il sistema anti-sonnolenza

A bordo sono presenti schermi touch da 7” o 8” e non mancano alcune delle più evolute tecnologie di assistenza alla guida, come l’avviso contro la sonnolenza del guidatore (al debutto sulla Optima), la frenata automatica d’emergenza o il mantenimento della corsia. Il motore a gasolio 1.7 CRDi viene sostituito sulla Kia Optima 2018 dal nuovo 1.6 CRDi, accreditato di 136 CV e 320 Nm e in grado di rispettare le normative anti-inquinamento Euro 6d grazie al catalizzatore SCR per il trattamento dei gas di scarico. L’altra novità è il benzina 1.6 T-GDi da 180 CV, disponibile anche con il cambio automatico doppia frizione a 7 marce. Con il restyling arriva poi il selettore per impostare la modalità di guida: sono previste quelle Eco, Comfort, Sport e Smart.

Kia Optima restyling 2018