La futura ammiraglia elettrica e a guida autonoma del colosso tedesco debutta al Salone di Ginevra 2018

Tutto è nato con la I.D. originale, una compatta con dimensioni simili a quelle della Golf ma con trazione 100% elettrica. Poi è stato il turno dell’I.D. Buzz, ovvero la rivisitazione in chiave moderna (e green) del mitico Bulli seguito poi dall’I.D. Crozz, immancabile crossover a batterie. Ora al Salone di Ginevra 2018 Volkswagen aggiunge un nuovo tassello presentando l’I.D. Vizzion, idea di quella che sarà la futura ammiraglia della famiglia di elettriche. Una berlinona con morbide forme da coupé, tanti led su muso, coda e fiancate, affascinanti portiere a apertura automatica e lunga 5,11 metri che rinuncia a volante e pedali: il futuro delle auto si dirige verso la guida autonoma e la I.D. Vizzion non vuole certo essere da meno.

Andar lontano

Se per un’utilitaria l’autonomia può essere ridotta, un’ammiraglia deve permettere di percorrere tanti chilometri prima dell’immancabile sosta per ricaricare le batterie, tramite cavo o con tecnologia wireless, come fosse uno smartphone. La Volkswagen I.D. Vizzion promette una percorrenza di circa 665 km con velocità massima di 180 km/h grazie alla coppia di motori (uno per asse) da 225 kW complessivi. Sensori e telecamere monitorano costantemente la strada e vengono gestiti da un’intelligenza artificiale che fa anche da assistente virtuale per i 4 occupanti. Un sistema in grado di apprendere i gusti e le preferenze dei viaggiatori e settare i propri parametri per rendere il viaggio il più piacevole (e sicuro) possibile.

Tracce di futuro

Il poker di concept elettriche della famiglia I.D. di Volkswagen rappresenta molto di più di semplici esercizi di stile e tecnica. Sono concrete anticipazioni di quello che sarà il futuro di Wolfsburg, formato da 20 veicoli alimentati a batterie. Un futuro che coinvolgerà anche tutti gli altri brand del colosso tedesco, da Audi a Seat passando per Bentley e Skoda.

Volkswagen I.D. Vizzion al Salone di Ginevra 2018