Poche novità di rilievo e giusto un paio di allestimenti in più per 124 Spider e famiglia 500

L’intervento di Sergio Marchionne al Salone di Ginevra 2018, l’ultimo in qualità di ad di FCA, è stato ricco di spunti interessanti a partire dal ridimensionamento del marchio Fiat. Un ridimensionamento che sembra partire proprio dallo stand della kermsse elvetica, dove non ci solo allestimenti speciali per alcuni modelli, ma anche nelle dimensioni. Rispetto agli anni scorsi infatti la superficie espositiva ha subito una visibile riduzione che si nota ancor di più se si paragona alla taglia XXL dello stand dedicato a Jeep. Sembra davvero che FCA voglia sottolineare ancor di più come il brand statunitense abbia guadagnato ormai definitivamente i gradi di "primo della classe" all'interno del gruppo ai danni proprio di Fiat. 

Design sportivo

L’allestimento S-Design non è una novità per il Lingotto e a Ginevra si appropria anche della Fiat 124 Spider che guadagna così nuovi cerchi bruniti da 17”, una banda rossa nella parte inferiore delle portiere e alcuni elementi (bruniti come i cerchi) sulla carrozzeria. Tutte novità estetiche firmate Mopar che non sono però accompagnate da aggiornamenti sotto il punto di vista meccanico. C’è poi la possibilità che possa arrivare anche un hard top come quello visto sulla Abarth 124, sempre a Ginevra, ma di certo non c’è ancora nulla.

Motore con più tecnologia

Si risolve invece con un infotainment con monitor touch da 7” compatibile con Android Auto e Apple CarPlay e arricchito con le funzionalità Mopar Connected Services, per gestire tramite smartphone alcune funzioni di Fiat 500, 500L e 500X in allestimento Mirror. Anche in questo caso quindi si tratta di un allestimento speciale che presenta piccole novità. La 500 rimane un modello strategico per Fiat e Marchionne stesso l'ha definita "il motore della Fiat in Europa" aggiungendo “Abbiamo la fortuna di avere un paio di buoni modelli [500 e Panda, ndr] che secondo me sono il futuro del marchio”.

Fiat al Salone di Ginevra 2018