Confortevole nei lunghi viaggi, carica bagagli che è un piacere. I troppi comandi del touchscreen però rischiano di distrarre

Non è un buon momento per le station wagon, cannibalizzate dalle loro sorelle con carrozzeria rialzata. C’è ancora una certa clientela che, però, non vuole rinunciare allo spazio abbinato alla guida “bassa”. Per questi clienti ci sono delle certezze, una delle quali è la Peugeot 308 SW che ora si è aggiornata senza stravolgimenti, dentro e fuori, per continuare ad affrontare a muso duro le sue concorrenti familiari che prendono il nome, tra le altre, di Volkswagen Golf Variant, Opel Astra Sports Tourer, Ford Focus Wagon e Fiat Tipo Station Wagon.

Pregi e difetti

Fuori, la 308 SW ha guadagnato un frontale più affilato e deciso: le due linee verticali in rilievo che partono dai gruppi ottici danno una nuova forma alla fascia bassa del paraurti, ora più squadrato. Un po’ sopra, il Leone trova spazio finalmente al centro della calandra con nuovo disegno interno, e non più sul cofano motore. Lateralmente e posteriormente non ci sono differenze, ma questa GT Line è “bella aggressiva” grazie a minigonne, doppio scarico e cerchi da 18”. Dentro le differenze sono minimali: il protagonista resta lo schermo al centro della plancia, in alto, che ha dimensioni da 9,7” e ora ha delle nuove mappe 3D e la compatibilità con Apple CarPlay e Android Auto. Si conferma un’auto comoda, sia per quanto riguarda l’abitabilità che la capacità di carico, sia in termini di comfort di guida. Lo sterzo è coinvolgente, il cambio non sempre fluido, specie in città, ma comunque ben abbinato al 1.5 diesel da 130 CV. Un po’ si fa sentire in fase di marcia, e un po’ tutta l’insonorizzazione, anche da fruscii e rumore di rotolamento, è migliorabile, così come è migliorabile l’attenzione per la praticità nell’abitacolo.

Quanto costa

La Peugeot 308 station wagon ha un listino che parte da poco più di 20.000 euro per l’allestimento base Access con il motore 1.2 benzina. Il diesel più piccolo, il 1.5 da 130 CV, costa 2.000 euro in più a parità di versione, che diventano 3.000 per il 2.0. Bisogna aggiungere mediamente altri 2.000 euro per il cambio automatico e, per quanto riguarda gli allestimenti, la già molto completa Allure viene poco meno di 25mila euro mentre per questa GT Line si arriva a oltre 26.000 euro, ma include i sensori di parcheggio anche avanti, i proiettori full LED, il pacchetto sicurezza con mantenitore di corsia e frenata d’emergenza, cerchi da 17 e i dettagli sportivi.

Peugeot 308 SW GT Line