Uno sportello del PRA, nei giorni lavorativi, offre anche la possibilità di effettuare visure e passaggi di proprietà

Oltre 300 veicoli, test drive e servizi per il mondo dell’auto usata, tutto nella quattro giorni del Salone del Veicolo d’Occasione, la kermesse espositiva all'insegna "dell'usato di qualità, certificato e garantito" realizzata negli spazio della Fiera di Roma in un'area di 10mila metri quadri coperti e 5.000 esterni. Un evento nuovo nel panorama delle fiere auto e che vede la collaborazione attiva di ACI. Come ricorda lo stesso presidente dell’Automobil Club d'Italia, Angelo Sticchi Damiani: "abbiamo un parco circolante molto vecchio con un'età media che supera i 10 anni, 61 auto ogni 100 abitanti di cui il 25% comprese tra euro 0 a euro 2 quindi molto inquinanti, il salone è un'occasione per rinnovare il parco e un servizio importante per sicurezza e ambiente".

Assicurate e garantite

Ben vengano dunque iniziative fieristiche di questo tipo dove si può scegliere, provare ( le auto dei test sono assicurate) e comprare direttamente in fiera visto che l'intera gamma dei servizi di assistenza amministrativa sono stati garantiti da ACI grazie anche al sistema integrato #sceglieguida messo punto da ACI, ACI Global e Sara Assicurazioni. Tutti i veicoli in fiera sono inoltre sono garantiti da ACI Global, che ha effettuato delle verifiche ad hoc sulle auto esposte esposti in Fiera, attraverso un “CheckUp di ammissione all’Esposizione”.

L'auto comprata arriva a casa

Per tutti i veicoli garantiti da ACI Global è possibile dunque ottenere la documentazione: passaggi di proprietà, bollo, pratiche auto e polizze assicurative; è, inoltre, possibile concordare la consegna a domicilio dell’auto usata appena acquistata. Importante la presenza temporanea del PRA (Pubblico Registro Automobilistico), l’ente che si occupa di registrare l’effettiva proprietà dei veicoli per accertare la responsabilità civile in caso di incidenti. Nei giorni 8-9 marzo è aperto uno sportello temporaneo per consentire ai visitatore di VO di verificare il veicolo di cui si conosce la targa. I dati contenuti nella visura e nei certificati sono estratti, infatti, direttamente dall’archivio dell’ACI PRA.

Fotogallery: Salone del Veicolo d'Occasione 2018