Al via i preordini in 18 Paesi per la coupé ibrida da 600 CV che arriverà da metà 2019

Buone notizie per tutti quelli che durante la presentazione di pochi mesi fa sono rimasti affascinati dalle forme e dalla tecnologia della Polestar 1: l’ibrida plug-in da 600 CV che segna il debutto del marchio nato da Volvo è infatti già preordinabile in 18 Paesi europei, Italia compresa, con un anticipo di 2.500 euro completamente rimborsabili. La decisione è stata annunciata dallo stesso ad di Polestar, Thomas Ingenlath, che ha parlato di oltre 7.000 persone già interessate all’acquisto della nuova coupé che sarà prodotta in soli 500 esemplari all’anno nello stabilimento cinese di Chengdu.

Si può avere solo con abbonamento mensile

Con questo acconto di 2.500 euro si può quindi entrare nella lista d’attesa che dopo il debutto pubblico al Salone di Ginevra porterà all’avvio della pre-produzione a fine 2018 e alle prime consegne da metà 2019. Al momento l’avvio dei preordini riguarda Cina, Stati Uniti, Svezia, Germania, Norvegia, Paesi Bassi, Danimarca, Finlandia, Regno Unito, Spagna, Francia, Portogallo, Polonia, Italia, Austria, Svizzera, Belgio e Canada, praticamente i 95% dei mercati previsti per la Polestar 1. Il prezzo finale della Polestar 1, che verrà però commercializzata con la sola formula dell’abbonamento mensile, dovrebbe posizionarsi fra i 130.000 e i 150.000 euro.

150 km di autonomia elettrica, record per un’ibrida plug-in

Ricordiamo che la Polestar 1 è definita dalla stessa Casa madre come una “Electric Performance Hybrid GT 2+2”, ovvero una coupé ibrida ad alte prestazioni con 600 CV, 1.000 Nm di coppia e 150 km di autonomia elettrica, la più alta per un'ibrida plug-in. Il segreto di queste prestazioni sta nell’utilizzo di un motore 2.0 turbocompresso e volumetrico a benzina che fornisce trazione alle ruote anteriori associato a due motori elettrici al posteriore e a una batteria da 34 kWh; il tutto racchiuso in una filante e moderna scocca realizzata in acciaio e fibra di carbonio.

Gallery: Polestar al Salone di Ginevra 2018