Per ora si vede solo il gruppo ottico posteriore del crossover, che cresce in lunghezza e larghezza, è 4X4 e ha motori boxer

Un gruppo ottico posteriore a forma di “C” che spunta dal buio. Ecco tutto quello che si vede della nuova generazione della Subaru Forester, prossima al debutto al prossimo Salone di New York. Come spesso avviene, le informazioni sono rimaste nel quartier generale della Casa delle Pleiadi, lasciando numerosi interrogativi su stile, motorizzazioni e tecnologia della nuova crossover giapponese.

Ispirata alla Ascent

Di indizi non ce ne sono ma lo stile della nuova Subaru Forester dovrebbe riprendere le linee della Ascent, il grosso SUV presentato a fine 2017 e non commercializzato in Italia. Ci saranno anche richiami alle concept Viziv viste in occasione degli scorsi saloni dell’auto, per un’immagine complessiva più moderna e dinamica. Sempre dalla Ascent dovrebbe essere ripreso il motore, il 4 cilindri boxer turbo benzina di 2,4 litri da 240 CV e 375 Nm di coppia abbinato al cambio automatico cvt e alla classica trazione integrale simmetrica. Per il mercato europeo è facile prevedere l’adozione di una motorizzazione diesel. Non sono da escludere poi versioni ibride normali e plug-in.

Base di famiglia

Basata sulla piattaforma SGP (Subaru Global Platform), la stessa utilizzata da Impreza e XV, la nuova Forester sarà più lunga e larga rispetto alla generazione attuale, con più spazio per persone e bagagli. Sarà inoltre quipaggiata con tutti i sistemi del pacchetto EyeSight, come cruise control adattivo, Lane Departure Warning e Rear Cross Traffic Alert.