I dipendenti ATAC di dei sindacati Faisa-Confail e Orsa-Tpl incroceranno le braccia per protesta contro il concordato

Sarà difficile muoversi con i mezzi pubblici a Roma il prossimo 22 marzo, data in cui i lavoratori ATAC dei sindacati Faisa Confail e Orsa-Tpl hanno indetto uno sciopero per protestare contro il concordato. Una nuova agitazione che segue quella dello scorso gennaio e che ne ricalcherà orari di esecuzione e linee coinvolte. Difficile che le parti in causa riescano a trovare un accordo in breve tempo e le possibilità che lo sciopero possa essere revocato sono praticamente nulle.

Lo sciopero durerà 24 ore e coinvolgerà tutti i mezzi pubblici: bus, tram, filobus, metropolitana e le linee ferroviarie Roma-Lido, Roma-Civitacastellana-Viterbo, Termini-Centocelle assieme a tutte le linee periferiche gestite da Roma Tpl. Lo stop è fissato tra le 8.30 e le 17.00 e dalle 20.00 fino a fine servizio, con le classiche fasce di in cui sarà garantito il servizio di trasporto pubblico: da inizio turno fino alle 8.30 e dalle 17.00 alle 20.00.