La berlina compatta, rivale di Megane e Golf, non si stravolge e prende spunto dall’utilitaria. Ecco il nostro rendering

Ford è stata la prima casa automobilistica a riprendere una tendenza comune fra i produttori di smartphone, che in molte occasioni fanno vedere le loro novità di punta non all’interno di una fiera ma nel corso di eventi organizzati all’uopo. In questo modo non devono condividere le attenzioni e possono averle tutte per sé. Non è un caso infatti che la nuova Focus verrà mostrata in anteprima ad aprile, nel corso di un evento in programma circa un mese dopo il Salone di Ginevra, dove invece il costruttore ha portato novità minori come gli aggiornamenti delle Ka+ e Edge. La Focus invece è una vettura di ben altro peso e merita un palcoscenico tutto suo, visto che sarà il secondo modello più venduto in Europa dalla Ford.

I vetri laterali la rendono più matura

La quinta generazione della Ford Focus sappiamo che arriverà ad aprile e sappiamo anche come apparirà, visto che la nostra ricostruzione grafica in anteprima è basata sulle recenti immagini "rubate" durante una sessione fotografica. Lo stile è ispirato alla Fiesta, come si nota dalla mascherina ribassata e dai fari molto più allungati rispetto alla vecchia generazione. La Focus avrà dettagli più curati e un look in generale più sofisticato: merito della venatura sul cofano anteriore, delle nuove lavorazioni sulla fiancata e del montante posteriore ridisegnato, complice il vetro laterale che non “punta” più verso la coda ma rientra in direzione dell’asfalto. La sagoma laterale dovrebbe trasmettere una maggiore impressione di solidità.

Con tre allestimenti c’è più scelta

La Ford Focus avrà una lunghezza nell’ordine sempre dei 4,35 metri e resta una concorrente delle Renault Megane e Volkswagen Golf. I motori saranno quasi certamente un’evoluzione di quelli attuali, a partire dal tre cilindri a benzina 1.0 EcoBoost fino al turbodiesel quattro cilindri 1.5 TDCi, in grado di sviluppare potenze da circa 100 a 150 CV. Non dovrebbero mancare nemmeno le varianti ad alte prestazioni ST e RS, attese però in un secondo momento. Fra le novità dovrebbero esserci nuove tecnologie di assistenza alla guida e gli allestimenti già visti sulla Fiesta, ovvero il lussuoso Vignale, lo sportiveggiante ST Line e quello in stile fuoristrada Active (oltre alla base). A bordo è prevista inoltre l’evoluzione più recente del sistema multimediale Sync.

 

 

 

 

 

 

 

Nuova Ford Focus, il rendering