La poderosa auto da corsa a batteria svela altri dettagli in stile racing e I.D.

Volkswagen continua a stuzzicare la fantasia degli appassionati e cultori della Pikes Peak presentando il primo render ufficiale della supercar elettrica da corsa che il prossimo 24 giugno sarà impegnata nella gara in salita più famosa del mondo Una poderosa vettura da competizione con forti richiami stilistici, esclusa la grande ala posteriore, alle concept I.D. Crozz e I.D. Vizzion e con un nome che la colloca all'interno della sempre più grande famiglia delle elettriche VW: I.D. R Pikes Peak.

Ispirazioni I.D. e Le Mans

Il frontale ci mostra il logo VW illuminato e una sottile firma luminosa che arriva alla sagoma appena accennata dei fari, in stile I.D., oltre a un generoso spoiler che incolla l’auto all’asfalto e convoglia l’aria attorno alla carrozzeria, mentre al posteriore ci sono dettagli da alta velocità. La coda lunga e sagomata offre una carenatura alle ruote posteriori, sostiene un grande alettone, lascia spazio a un complesso estrattore e ha al centro un’alta pinna simile a quelle della categoria Le Mans Prototype.

Romain Dumas a caccia di Sebastien Loeb

Per la Pikes Peak non si tratta però di una prima assoluta in fatto di auto elettriche, visto che già nel 2015 Rhys Millen è riuscito a dominare la classifica assoluta con un prototipo a batteria e che lo scorso anno lo stesso neozelandese ha abbassato il record di categoria a 8’57”118. L’obiettivo non dichiarato della Volkswagen elettrica è quello di battere questo record e magari puntare alla vittoria con Romain Dumas, trionfatore per tre anni sul traguardo a 4.300 metri di quota. Un po’ più distante sembra al momento il traguardo del tempo record in gara, ancora saldamente nella mani del pluricampione Sébastien Loeb che nel 2013 ha guidato la sua Peugeot 208 T16 Pikes Peak in 8’13”878.

Fotogallery: Volkswagen alla Pikes Peak 2018