Il SUV dedicato al mercato statunitense si fa più sportivo nelle linee e taglia la terza fila di sedili

A pochi giorni dall’apertura del Salone di New York è uscito un primo bozzetto della versione 5 posti della Volkswagen Atlas, grosso SUV (più lungo della Touareg) commercializzato negli Stati Uniti e caratterizzato da 3 file di sedili. Quella mostrata alla kermesse d’oltre oceano sarà una concept ma che, probabilmente già nel corso del 2018, diventerà un modello di serie. Un segno di come Wolfsburg punti sempre più sui SUV, specialmente negli Stati Uniti, che per la Casa tedesca hanno rappresentato il 54% delle vendite lo scorso mese.

Più sportivo

Dal disegno si notano subito alcune novità rispetto alla Atlas normale, come ad esempio la mascherina trapezoidale e le prese d’aria inferiori, per un frontale più simile a quello della Arteon. L’impressione è che la VW Atlas 5 posti (il nome potrebbe cambiare una volta in commercio) voglia puntare su un design più sportivo e dinamico rispetto alla sorella 7 posti. Il comunicato non parla di misure ma la lunghezza (5,03 metri per la 7 posti) potrebbe diminuire di qualche centimetro e il tetto sembra avere un andamento discendente verso il posteriore.

La stessa base

A non cambiare sarà  la piattaforma: come per la 7 posti anche la Volkswagen Atlas 5 posti sarà basata sulla solita piattaforma MQB e verrà assemblata nella stessa fabbrica di Chattanooga. Anche la gamma motori dovrebbe rimanere invariata, con il 2.0 TSI da 237 CV di potenza, e il 3.6 VR6 da 280 CV abbinati al cambio automatico 8 rapporti e, a scelta, alla trazione anteriore o l’integrale 4Motion.

Gallery: Volkswagen Atlas, il nuovo "mega SUV" per gli USA