L’offerta per la Cina si sta allargando costantemente: 10 nuovi SUV entro il 2020

La Cina è una minaccia o un’opportunità? Le Case automobilistiche non hanno dubbi: si tratta di un mercato dalle potenzialità impareggiabili. Tra le Case auto che ci stanno puntando di più c’è Volkswagen: non a caso, Pechino è stata scelta per il lancio mondiale della terza generazione di Touareg. Certo, qualcuno potrebbe anche insinuare che, ancora per un po’ di tempo, sia meglio per i tedeschi del Gruppo VW, stare lontani dagli USA. Forse è vero, di sicuro, se si guardano i numeri, il Paese al mondo che più di tutti promette di (continuare a) crescere è proprio la Cina.

Già oggi la Cina è il mercato n°1 per Volkswagen

Sì, avete letto bene. Forse solo i più informati sui numeri erano a conoscenza di questo dato, ma la Cina è il primo mercato al mondo per VW. Prima ancora dell’Europa, all’interno della quale c’è una certa Germania, per capirci. Nel 2017 sono stati 3,2 milioni i veicoli venduti in Cina, per una quota di mercato che supera quota 13%. Un trionfo, sul quale i massimi dirigenti di Wolfsburg non intendono adagiarsi. Anzi. Ecco perché, entro il 2020, saranno lanciati oltre dieci nuovi SUV. Solo nel 2018, il conto dei modelli nuovi arriverà a 9. Insomma, ci sembrano i migliori presupposti per soddisfare la strategia Transform 2025+.

Una dichiarazione “d’amore”

Leggete quello che ha dichiarato Herbert Diess, Presidente del Consiglio di Amministrazione del marchio Volkswagen: “La Cina sarà decisiva per raggiungere gli obiettivi fissati con la nostra strategia. L’anno scorso, oltre tre milioni di cinesi hanno scelto una Volkswagen. Noi onoreremo questa fiducia avvicinando la nostra offerta ai desideri e alle aspettative dei clienti cinesi. Con i nostri partner SAIC e FAW, esalteremo il ruolo della Volkswagen in Cina”.

Tutto ruota attorno ai SUV

Se gli Sport Utility Vehicle sono sempre più diffusi in Europa, in Cina si va anche oltre: secondo le stime degli analisti, ben presto raggiungeranno il 50% del mercato. Per affermarsi come leader anche a lungo termine, sfornare SUV a tutta velocità non basta: ecco perché la mobilità elettrica (spinta fortemente anche a livello governativo) riveste un ruolo centrale. Già quest’anno è dunque in programma il lancio della Tiguan ibrida plug-in e della Bora 100% elettrica; nel 2020 sarà invece il turno della famiglia “nativa” elettrica: la gamma I.D.