Michelin prende il posto di Pirelli come fornitore unico di pneumatici e rientra in calendario la gara del Paul Ricard al posto di Magione

Il MINI Challenge 2018 è ai nastri di partenza. Poche ore fa il monomarca della Casa britannica - ma di proprietà di BMW - ha presentato la settima edizione del proprio campionato alle Officine del Volo a Milano. A illustrare quello che sarà il campionato che scatterà in aprile a Imola è stato Stefano Ronzoni, da pochi mesi nuovo direttore di MINI Italia, che non ha mancato di sottolineare i positivi dati fatti segnare nel 2017. Ma le protagoniste del monomarca sono senza dubbio le MINI John Cooper Works Challenge, rimaste immutate da un paio di stagioni a questa parte. Anche nel 2018 vi saranno 2 categorie: PRO e LITE. La prima è sempre dedicata ai piloti più esperti, mentre la seconda a neofiti e piloti gentlemen.

La differenza tra le due vetture è legata a peso e potenza.

La PRO può vantare 30 cavalli in più della "sorellina" (265 contro 231), ma quest'ultima può essere considerata una vera e propria auto da corsa pur avendo qualche dettaglio in più derivante dalla serie. Se il regolamento tecnico e quello sportivo rimangono immutati rispetto alla passata stagione, Michelin e il circuito del Paul Ricard rappresentano le vere, grandi novità del 2018. La Casa francese di pneumatici subentra come fornitore unico a Pirelli, mentre il tracciato francese prende il posto di Magione, rientrando così nel calendario a 4 anni dall'ultima volta che il MINI Challenge Italia vi aveva corso (2014). Il calendario rimane sempre costituito da 6 appuntamenti. La prima gara dell'anno è prevista a Imola nel fine settimana del 29 aprile. Per la seconda tappa il monomarca MINI andrà in trasferta in Francia, al Paul Ricard, per poi tornare in Italia il 17 giugno al "Marco Simoncelli" di Misano Adriatico. Il Mugello sarà il teatro del quarto appuntamento previsto il 15 luglio e poi, dopo la sosta estiva, ecco la quinta gara al "Piero Taruffi" di Vallelunga. Il gran finale, ossia la chiusura del campionato 2018 avverrà all'Autodromo Nazionale di Monza il 7 ottobre.

Il format gare rimane immutato

Nessuna rivoluzione nel format dei fine settimana, anzi, nessun mutamento. Le gare si snodano in due turni di prove libere per la durata ciascuna di 25 minuti, una sezione di prove ufficiali di qualifica di 30 minuti e due gare da 25 minuti + 1 giro ciascuna. La griglia di partenza di Gara 1 è stilata in base ai tempi conseguiti da ogni pilota nelle prove ufficiali di qualifica, mentre la griglia di partenza di Gara 2 si ottiene invertendo le posizioni dei primi otto classificati di Gara 1, seguiti in griglia dagli altri piloti classificatisi dal 9° all’ultimo posto. La prima vettura classificata è quella che per prima taglia il traguardo alla conclusione del programma della singola gara e dopo aver conteggiato le eventuali penalità. Al termine di ogni gara per l’attribuzione dei corrispondenti punteggi, verranno stilate due differenti classifiche: Classifica MINI Challenge John Cooper Works Pro e Classifica MINI Challenge John Cooper Works Lite.

Punteggi assegnati ai primi 10 della categoria PRO e i primi 6 della categoria LITE

Classifica MINI Challenge Pro:
1° classificato: 20 punti
2° classificato: 15 punti
3° classificato: 12 punti
4° classificato: 10 punti
5° classificato: 8 punti
6° classificato: 6 punti
7° classificato: 4 punti
8° classificato: 3 punti
9° classificato: 2 punti
10° classificato: 1 punto

Classifica MINI Challenge Lite:
1° classificato: 10 punti
2° classificato: 8 punti
3° classificato: 6 punti
4° classificato: 4 punti
5° classificato: 2 punti
6° classificato: 1 punti

Fotogallery: MINI Challenge 2018 Italia