L’app, ancora attiva a Milano, Genova e Padova, sospende il servizio in Piemonte dopo multe e sequestri

Zego, app di carppoling attiva nel Nord Italia, ha deciso di sospendere il servizio nella città di Torino. La decisione presa pochi giorni fa dai responsabili di Zego fa seguito a diversi casi di multe elevate ai membri della community, oltre ai sequestri dell'auto; questi sono considerati dalla polizia municipale di torino come taxi abusivi, al pari del servizio UberPop da tempo considerato fuorilegge e vietato.

Futuro incerto

Al momento non è dato sapere se Zego potrà riprendere il servizio a Torino, mentre resta attivo a Milano, Genova e Padova. Per ora l’amministrazione comunale del capoluogo piemontese si limita a chiedere ai responsabili dell’app di esporre le loro ragioni in un esposto alle autorità competenti.

Passaggi con app o taxi abusivi?

Ricordiamo che Zego si basa su una community di 30.000 utenti che decidono di condividere un passaggio in auto, lasciando al passeggero la libertà di decidere il valore del rimborso spese partendo da una cifra suggerita dall’app. In pratica chi vuole un passaggio invia una richiesta con l’app indicando in anticipo punto di partenza e di arrivo; questa viene inviata ai guidatori della community più vicini e disponibili, mentre a fine corsa driver e passeggero inviano un feedback reciproco sul servizio.