Zetsche parla di “nuove possibilità” aperte sul mercato orientale dall’ingresso di Li Shufu

Il recente ingresso di Geely in Daimler come il più grande azionista del colosso tedesco dell’auto inizia già a dare i suoi primi frutti, almeno in prospettiva futura. E’ di ieri infatti l’annuncio dell’ad Daimler, Dieter Zetsche, che il gruppo di Stoccarda intende collaborare con Geely sul mercato cinese dell’automobile. Insomma, stando a quanto dice Zetsche, le quote di proprietà del miliardario cinese Li Shufu “aprono nuove possibilità”.

BAIC permettendo

Lo stesso Zetsche durante l’assemblea annuale degli azionisti ha aggiunto: “Fino ad ora i colloqui con Li Shufu sono stati positivi. Il suo obiettivo è quello di un investimento di lungo periodo che supporti la nostra strategia vincente”. Le future collaborazioni in Cina fra Daimler (produttore delle auto a marchio Mercedes-Benz, Mercedes-AMG, Mercedes-Maybach e smart) e Geely (proprietaria fra gli altri dei marchi Geely, Lynk&Co, Volvo, Polestar e Lotus) dovranno però avere il supporto di BAIC, storico partner industriale di Daimler in Cina.

Li Shufu ha quasi il 10% di azioni Daimler

Ricordiamo che Li Shufu, fondatore e presidente di Geely, ha sborsato la bellezza di 7,3 miliardi di euro per ottenere il 9,69% delle azioni di Daimler, cosa che gli ha permesso di diventare il principale azionista del gruppo tedesco. Questo ha portato Daimler a dover trovare un equilibrio fra il nuovo “shareholder” e le partenership avviate da anni in Cina con BAIC, BYD e Fujian. Non per niente Zetsche ha detto: “ La Cina è il nostro mercato più importante. Nelle prossime discussioni sull’automobile in Cina potremo coinvolgere il nostro principale azionista”.