In vista un fondo da 5 miliardi di euro, finanziato anche dai Costruttori, per un retrofit delle auto pre Euro 6

In Germania il governo di Angela Merkel starebbe pensando ad un fondo da 5 miliardi di euro per aggiornare i motori delle vecchie auto Diesel e rendere così più pulite le emissioni allo scarico di quasi 15 milioni di vetture circolanti. Il fondo verrebbe creato sia con fondi pubblici che con il contributo degli stessi Costruttori sollecitato dal Bundestag.

In attesa di conferme ufficiali

La notizia, ancora non confermata ufficialmente né dal governo di Berlino né dall’associazione tedesca dei Costruttori (VDA), è apparsa per ora solo in un articolo di Der Spiegel e viene spiegata con la volontà del governo centrale di evitare i minacciati blocchi alle auto Diesel previsti a Monaco, Stoccarda e altre città tedesche. Anche il ministro dei trasporti, Andreas Scheuer, ha evitato di commentare l’indiscrezione limitandosi a ricordare che le autorità centrali sono al lavoro “per migliorare ulteriormente la qualità dell’aria delle città tedesche”.

AdBlue per ridurre gli ossidi di azoto

Sempre secondo lo stesso Der Spiegel in Germania solo 2,7 milioni di auto Diesel rispondono ai più recenti standard di omologazione Euro 6, ovvero il 18% su un totale di 15 milioni di vetture a gasolio. Per questi 12,3 milioni di veicoli meno puliti la soluzione potrebbe essere un sistema di riduzione selettiva catalitica (SCR) con iniezione di urea (AdBlue) per contenere le emissioni di ossidi di azoto allo scarico. Nulla è invece emerso sul fronte del particolato (fine e ultrafine) che rappresenta un altro problema dei motori a combustione interna.