Insieme a Leaf e IMx Kuro saranno tre le auto a batterie esposte all’Auto China 2018

Nel 2011 fa Nissan debutta sul mercato - non senza coraggio - con la Leaf, una delle primissime auto elettriche moderne, ben prima dello scandalo del Dieselgate e della conseguente “moda” di puntare sulle auto a batteria. Sette anni dopo, in uno dei Paesi al mondo che, dal punto di vista politico, si è schierato più apertamente a favore della mobilità elettrica, il Costruttore giapponese porta a tre le sue proposte a emissioni zero (allo scarico). L’appuntamento è dunque al Salone di Pechino dal 25 aprile al 4 maggio, ma qualche anticipazione inizia a trapelare.

Al centro dello stand

La nuova proposta, su cui Nissan, per ora, ha rilasciato pochissimi dettagli, si prenderà il centro dello spazio espositivo e sarà affiancata dalla seconda generazione di Leaf e dall’IMx Kuro (nella gallery e nella foto in alto), ovvero il concept di crossover elettrico, svelato al Salone di Ginevra, al debutto in terra cinese e dotato della tecnologia Brain-to-Vehicle (letteralmente: dal cervello al veicolo), capace di interpretare i segnali provenienti appunto dal cervello per trasformarli in insegnamento per l’intelligenza artificiale.

Leggi anche

La strada è tracciata

La presentazione di questo terzo veicolo elettrico, seppur sotto forma di prototipo, rientra nella strategia di medio termine di Dongfeng Motor Co. Ltd - Triple One. Dongfeng Motor Co. Ltd. (diversa da Dongfeng Motor Corporation), per chi non lo sapesse, è la joint venture 50:50 tra Nissan e Dongfeng Group, il cui obiettivo è quello di vendere 2,6 milioni di veicoli all’anno entro il 2022.

Fotogallery: Nissan IMx Kuro 2018