L’elettrica giapponese consegnata alla sindaca di Roma assieme al van e-NV200

Roma si prepara a diventare sempre più elettrica (e a bandire i diesel): prima l’arrivo della Formula E col suo battaglione di monoposto a batteria, poi l’installazione di 700 colonnine di ricarica e ora la sindaca pronta muoversi a emissioni zero. Ieri infatti Virginia Raggi ha ricevuto le chiavi di una nuova Nissan Leaf, la compatta elettrica della Casa giapponese donata in comodato d’uso gratuito dalla filiale italiana. “Da oggi per gli appuntamenti istituzionali e spostarmi per Roma userò quasi esclusivamente un’auto a zero emissioni” ha commentato la Raggi in occasione della consegna ufficiale.

Spinta sull’elettrico

“Vogliamo incoraggiare la diffusione e l’utilizzo dell’elettrico” ha poi continuato la sindaca di Roma. “Questa sperimentazione che avviamo porterà benefici in termini ambientali, con l’abbattimento delle emissioni inquinanti, ma è anche un’operazione che consentirà una razionalizzazione della spesa, grazie a un maggior controllo sui consumi e risparmio di carburante. La nostra priorità strategica è attuare soluzioni e sistemi che incentivino la mobilità sostenibile e in particolar modo la mobilità elettrica. Tutte azioni che stiamo compiendo e sviluppando grazie a progetti specifici sul territorio”.

Istruzioni per l’uso

Durante la cerimonia di consegna, che ha visto arrivare anche il furgone elettrico Nissan e-NV200, il Presidente e Amministratore Delegato di Nissan Italia Bruno Mattucci ha spiegato a Virginia Raggi il funzionamento della Leaf, compreso l’e-pedal. Un concetto semplice ma tutto nuovo per chi non è abituato alle auto elettriche e che consiste nella guida con il solo pedale dell’acceleratore, sfruttando al massimo la frenata rigenerativa.

Fotogallery: Nissan Leaf, consegnato un esemplare a Virginia Raggi