Don’t Need A title. MINI, inspired by origins è il titolo, aperta da oggi fino al 27 maggio

Il titolo dice che non c’è un titolo: si chiama infatti “Don’t Need A title. MINI, inspired by origins” la mostra che da oggi al prossimo 27 maggio vedrà MINI protagonista alla Triennale di Milano. Una esposizione che ripercorre la storia del brand britannico dal 1959 a oggi, attraverso 4 principali aree tematiche divise in altrettante stanze. Una mostra gratuita aperta tutti i giorni con orari differenti, per maggiori informazioni potete visitare il sito dedicato.

Cittadina per vocazione

Il primo ambiente si chiama "Sky Above" ed è incentrato sull’indissolubile legame che esiste tra MINI e la città. D’altra parte il modello originale, firmato Alec Issigonis, è nato proprio per l’ambiente urbano, con le sue misure ridotte all’osso ma la capacità di accogliere 4 persone. Proprio a Issigonis è dedicata la seconda stanza chiamata “Issigonis Rhapsody”, dove ogni elemento è un tributo al geniale designer che ha tracciato le linee della MINI originale. Fin da subito la piccola britannica è compagna di viaggio di VIP e personaggi dello spettacolo, un connubio celebrato nella nella terza stanza “Mirrors & Stars”. Si finisce poi col quarto ambiente, “In the making”, dove ci si ritrova circondati da pezzi unici, MINI personalizzate dentro e fuori con trovate spesso geniali.

Si guarda al futuro

Assieme al passato la mostra Don’t Need A title. MINI, inspired by origins ospiterà, per la prima volta in Italia, la MINI Vision Next100 Concept, il prototipo nato per celebrare i 100 anni del Gruppo BMW di cui la Casa britannica fa parte. Un’auto futuristica che anticipa quello che sarà il futuro della mobilità secondo MINI: guida autonoma, condivisa e naturalmente a emissioni zero. Proprio quest’ultima è pronta a diventare realtà nel corso del 2019. Tra un anno infatti arriverà la MINI elettrica, ispirata alla Electric Concept mostrata allo scorso Salone di Francoforte e sempre fedele dal DNA del brand a partire dal go-kart feeling.

Fotogallery: Don’t Need A title. MINI, inspired by origins