Da Audi a VW, la Casa spagnola curerà lo sviluppo delle motorizzazioni

La corsa all’elettrificazione vede impegnate praticamente tutte le Case automobilistiche mondiali ma, perché diventi una realtà di massa, bisognerà aspettare ancora qualche anno. Nel frattempo l’obiettivo è quello di abbattere le emissioni e per farlo molti costruttori si affidano al metano. Un carburante alternativo la cui implementazione all’interno del Gruppo Volkswagen è stata affidata in toto a Seat, come annunciato dal presidente Luca De Meo in occasione dell’annuale congresso della Gasnam, ovvero l’Associazione iberica del gas naturale per la mobilità. Un compito importante quello assegnato alla Casa spagnola, che farà quindi di Martorell il centro nevralgico del metano per il colosso tedesco.

Il futuro, oggi

“Il fatto positivo del metano è che esiste già” ha sottolineato De Meo durante il suo intervento “Il che significa che non c’è bisogno di massicci investimenti e può essere offerto a un’ampia fetta di automobilisti”. Il presidente di Seat ha sottolineato i principali benefici del metano, inclusi il tempo di rifornimento, veloce e pulito, e il suo costo inferiore a benzina (55%) e diesel (30%). “Per questo motivo il metano non è solo un ponte verso il futuro, ma un’alternativa a lungo termine”. Basti pensare come già all’interno del Gruppo Volkswagen tale carburante affianchi, seppur su una concept, una motorizzazione elettrica sulla Skoda Vision X vista all’ultimo Salone di Ginevra.

Arriva l’Arona a metano

Attualmente la gamma Seat a metano comprende la piccola Mii, Ibiza e Leon alle quali, entro la fine del 2018, si affiancherà la Arona. “Il nostro obiettivo è quello di diventare il punto di riferimento per la mobilità a gas naturale, biogas e carburanti sintetici del futuro” ha dichiarato Luca De Meo. Il presidente Seat ha ulteriormente sottolineato come per lui e l’azienda che guida il metano sia fondamentale, ribadendo l’importanza che ci sia “cooperazione tra competitors, istituzioni e altre aziende al fine di creare un ecosistema per rendere il metano un’alternativa all’elettrificazione”. “È vitale poi che si investa in stazioni di rifornimento, perché è inutile avere tecnologie e mercato senza le necessarie infrastrutture che rispondano alle necessità degli automobilisti”.

Fotogallery: Seat Ibiza a metano