La settima generazione della berlina giapponese adotta la piattaforma GA-K ed esordisce sul mercato del vecchio continente

Ci sono volute sette generazioni di ES perché questo modello Lexus arrivasse in Europa. Così, con un telaio tutto nuovo e radici stilistiche che affondano comunque nella tradizione, la berlina giapponese si prepara rappresentare quida noi anche il nuovo corso del marchio. Concettualmente, riprende le nuove linee dalla LS e della coupé LC, ma le rivisita per attrarre anche il pubblico europeo, ne è testimonianza l’adozione della nuova piattaforma New Global Architecture – K (GA-K), che la rende più spaziosa, assieme alle dotazioni di sicurezza che nel vecchio continente fanno sempre la differenza. Un mix di prestazioni, stile e tecnologia, dunque che, almeno sulla carta, potrebbero risultare in linea con il trend di Lexus in Europa, in positivo per il quarto anno consecutivo e che, nel 2017, ha raggiunto la 17mila unità. Per l’Europa Occidentale la gamma prevede ES300h, in vendita a partire dalla fine del 2018 e dotata di trasmissione Self-Charging Hybrid, ancora non diffusi i prezzi ufficiali, ma l'oscillazione dovrebbe essere fra i 50 e i 60 mila euro per l'Italia.

Dimensioni che contano

Come detto nuova la piattaforma per la Lexus ES e così nuove anche le proporzioni con una lunghezza che ora sfiora i 5 metri (4.975 mm), un’altezza di mezzo centimetro inferiore alla precedente e una larghezza che assicura il giusto comfort a bordo (1.865 mm). Sempre in chiave comfort si registra il passo allungato di quasi 5 cm che consente sbalzi ancora più pronunciati e quindi regala alla ES una linea più dinamica. Esteticamente i designer Lexus hanno accarezzato quasi l’idea di una fastback con il tetto molto spiovente sul posteriore e hanno deciso di diversificare abbastanza chiaramente gli allestimenti “normali” dagli F SPORT, a  debutto su questo modello; con quest’ultimi che presentano sul frontale uno schema tratteggiato di colore nero che richiama la forma degli angoli anteriori. Sempre parlando di F SPORT troviamo anche uno spoiler posteriore e assetto da 19’’, diversamente dagli allestimenti più turistici che offrono cerchi da 17’’ o da 18’’.

Più controllo al conducente, più spazio al passeggero

Anche negli interni della nuova ES si respira il futuro del brand, visto che il team di designer si è ispirato al Lexus Future Interior, un nuovo approccio che unisce un abitacolo orientato al lato guida con un ampio spazio a disposizione del passeggero. Il navigatore prevede, inoltre, un display multimediale da 12,3 pollici e un touchpad con Remote Touch Interface di seconda generazione. Il sistema di riconoscimento vocale si arricchisce in più del controllo da remoto di alcune funzionalità dello smartphone grazie all’integrazione con Apple CarPlay e Android Auto. Anche in abitacolo viene attuata una diversificazione delle F SPORT dove un nuovo rivestimento metallico, sviluppato appositamente per la ES, ispirato alla forgiatura delle spade giapponesi tradizionali in materiale Hadori, regala un look tridimensionale che cambia in base all’angolo di osservazione.

Stesso comfort, maggior reattività

L’approdo sui mercati del vecchio continente ha imposto ai progettisti anche una trasformazione dell’immagine della ES che si orienta ora verso maggiore maneggevolezza e fluidità di marcia accompagnate da prestazioni superiori rispetto ai modelli che l’hanno preceduta. A dare una mano agli ingegneri Giapponesi ci ha pensato la nuova piattaforma GA-K, che offre una rigidità superiore al passato e soprattutto la trazione anteriore ed in questo la ES si differenzia dalle sue vicine di segmento la coupé LC e la LS. Fra le altre particolarità che la nuova piattaforma si porta in dote vi sono anche il peso contenuto, grazie a un mix di acciai a elevata elasticità, sospensioni multilink al posteriore e servosterzo elettrico che mirano a garantire un maggiore prontezza d’inserimento e precisione. Gli inediti modelli F SPORT saranno disponibili anche con un sistema di Sospensioni Adattive Variabili simile a quello in dotazione della coupé LC e la possibilità di attivare la modalità Sport+, per ottenere una maggiore risposta da parte del motore, della trasmissione e del sistema di sospensioni.

Naturalmente ibrida

In Europa occidentale e centrale la ES sarà venduta in configurazione ibrida contraddistinta dalla sigla ES300h e caratterizzata da un sistema  Self-Charging Hybrid di quarta generazione composto da un motore a benzina 2.5, 4 cilindri a ciclo Atkinson e un motore elettrico, per una potenza totale del sistema di 218 CV, con consumi dichiarati nel ciclo combinato intorno ai 4,7 l/100 km. Il sistema ibrido è controllato anche da un nuovo software che consente di replicare il feeling offerto da un motore a benzina tradizionale. Le nuove batterie al nichel metallo idruro, inoltre, sono più compatte e leggere tanto da poter essere posizionate sotto il sedile posteriore senza compromettere il volume di carico. La gamma di motori per l’Europa è completata da due propulsori dedicati al mercato russo: un V6 3.5 l da 250 CV e un 4 cilindri 2,5 l, entrambi equipaggiati con un cambio automatico Direct Shift a 8 rapporti.

Sicurezza e intrattenimento ad alti livelli

L’esperienza di comfort e controllo viene completata dai sistemi di sicurezza e di ausilio alla guida che sulla nuova Lexus ES possono contare su pacchetto Lexus Safety System + che, al sistema di pre-collisione, aggiunge la Cyclist Detection, mentre il sistema di rilevamento pedoni si arricchisce della funzione di riconoscimento notturno. Fra le altre novità troviamo gli abbaglianti adattivi a due stadi, caratterizzati da un software che oltre ad accendere e spegnere le luci più potenti automaticamente, grazie a 24 Led è in grado di assicurare la giusta illuminazione senza disturbare la guida degli automobilisti sopraggiungono. A completamento dell’esperienza di guida sulla nuova Lexus ES esordisce anche il sistema audio Mark Levinson PurePlay con 17 altoparlanti che offre un posizionamento ottimale dei diffusori oltre a un’altissima qualità di decompressione del suono.

Fotogallery: Nuova Lexus ES