La nuova generazione del SUV non verrà stravolta, ma avrà un look più moderno ed elegante ispirato al nuovo family feeling

All’uscita di un nuovo modello vi sarà capitato sicuramente di leggere che questo rispetta il family feeling della marca. E’ un’espressione molto usata, fra le tante riprese dall’inglese, su cui le case automobilistiche molto spesso “giocano” per ribadire la somiglianza fra i loro veicoli. Ma cos’è quindi il family feeling? Per farla breve è quello che manca all'attuale Mercedes GLE, il SUV grande della casa tedesca, che ha linee molto più scavate e "vistose" rispetto alle moderne Classe A e CLS, scelte dalla casa tedesca come “portabandiera” del nuovo corso a livello di stile: i tratti sono più morbidi, le fiancate non hanno più vistose nervature e il look appare in generale più elegante e sobrio. Proprio le novità che ritroveremo sulla GLE del 2019.

Nessuna rivoluzione ma tante evoluzioni

Come fonte di ispirazione per il rendering della nuova Mercedes GLE abbiamo scelto proprio le Classe A e CLS, due vetture recentissime che hanno fatto intendere come sarà il nuovo family feeling della casa tedesca, ovvero quell’insieme di particolari, dettagli e rifiniture che fanno da base per lo stile di un costruttore. La GLE ad esempio avrà la stessa mascherina imponente e inclinata verso il basso della CLS, il cofano anteriore ricurvo ed i fari anteriori rastremati, che secondo quanto abbiamo intravisto sugli esemplari di prova saranno uniti alla mascherina. Va detto però che Mercedes non stravolgerà le forme del SUV, da sempre molto classiche e votate all’eleganza, ma aggiornerà il frontale e renderà la fiancata molto più pulita. Anche le dimensioni resteranno simili: il SUV dovrebbe misurare circa 4,90 metri, quanto la BMW X5.

La meccanica arriva dalla Classe E

Le novità saranno molto più corpose all’interno, dove la seconda generazione della GLE (prima era conosciuta come ML e Classe M) avrà la strumentazione digitale vista su tutte le Mercedes più recenti: al posto degli strumenti a lancette ci saranno due schermi affiancati e facilmente personalizzabili. Del tutto nuova sarà anche la base meccanica, stando alle anticipazioni, simile a quella già utilizzata per la Classe E e quindi in grado di far migliorare il comportamento su strada, la maneggevolezza e anche i consumi, visto che la nuova GLE dovrebbe perdere peso rispetto a quella odierna (parte da circa 2.000 chili). Il motore più economico dovrebbe essere il diesel 2.0 da 194 CV, ma ci saranno anche unità a sei cilindri, ibride e ad alte prestazioni.

Fotogallery: Mercedes GLE 2019, render