Ha due binari che servono a ricaricare le batterie di auto elettriche

Stoccolma è fra le prime città al mondo in cui è operativo un tratto di strada elettrificato, in grado cioè di alimentare le batterie delle auto a zero emissioni per ricaricarle durante un lungo viaggio o migliorare l’autonomia dell’auto. La strada si chiama eRoad Arlanda, misura circa 2 chilometri e collega l’aeroporto di Stoccolma Arlanda alla sede logistica di PostNord, la società nazionale svedese che gestisce le poste. L’inaugurazione pubblica è avvenuta pochi giorni fa, ma al momento l’unico veicolo in grado di percorrere le strada è un vecchio camion a gasolio della PostNord adibito per lo scopo. La tecnologia è considerata molto promette e aiuterà in futuro a migliorare l’autonomia delle auto elettriche.

Non dà la scossa

Al centro della strada si trova un doppio binario, composto da sezioni di 50 metri, che riceve l’energia di cui ha bisogno soltanto quando un’auto passa al di sopra. In questo modo non si corre il pericolo che qualcuno prenda la scossa camminandoci sopra. Il sistema di ricarica può essere considerato simile a quello dei filobus, visto che un braccio mobile fuoriesce dal fondo dell’auto e tocca il binario sulla strada assorbendo la sua energia. Gli elettroni raggiungono l’inverter, stando alla spiegazione di Wired, e da qui una centralina decide in base alla richiesta di energia se alimentare le batterie per ricaricarle oppure se far funzionare direttamente il motore.

Un milione al metro

La tecnologia è molto promettente e rientra fra quelle studiate in Svezia per ridurre la dipendenza dai carburanti fossili, che il paese intende azzerare a partire dal 2020. Non mancano però le difficoltà che i tecnici devono ancora risolvere prima di renderla sostenibile. In primis quella legata ai costi: elettrificare in questo modo una strada costa 1 milione di euro al metro, stando al The Guardian. Una cifra monstre che, almeno allo stato attuale, fa si che un progetto del genere possa vivere unicamente come concept. C'è poi anche un problema di natura commerciale: anche se il prezzo dei componenti dovesse crollare rimarrebbe il dover convincere tutti i costruttori sul mercato ad adottare lo stesso tipo di tecnologia. Compito difficile ma non impossibile, ma che richiederà sicuramente tempo perché tutti possano raggiungere accordi. Basti ricordare poi che in tema di elettrico siamo ancora ben lontani dall'avere standard unici, come ad esempio le tecnologie per la ricarica elettrica, CHAdeMO e Combo Charging System prima di tutte.

Fotogallery: In Svezia la prima strada elettrificata