Atteso entro la fine dell’anno, il SUV avrà un carattere votato all’avventura e una carrozzeria ricca di muscoli (e spigoli)

Che cosa si può intuire da una fotografia in cui l’auto è di profilo, sotto un telone e con pochi dettagli ben visibili? Poco o nulla, direte voi, e avreste ragione se la vettura al centro di questo vedo-non vedo fosse come tante altre. La foto invece è rimbalzata all’istante su forum e social network e ha scatenato le fantasie di chi aspettava con impazienza questo momento, che sancisce il ritorno della Ford Bronco, il SUV medio atteso entro fine 2018 dopo quasi 22 anni di assenza. Non importa quindi che la foto mantenga volutamente nascosti tutti i particolari dell’auto. E’ bastato infatti che l’Ovale Blu confermasse l’arrivo del SUV per “accendere” la curiosità di molti appassionati, entusiasti per il ritorno di un’auto vendutissima e realizzata in cinque generazioni fra il 1966 e il 1996.

La mascherina è da SUV, il resto da fuoristrada

Noi abbiamo messo insieme quello che sappiamo finora sulla Bronco 2018 e lo abbiamo trasformato in una ricostruzione grafica esclusiva, che dà un’idea di massima su come dovrebbe essere la Ford Bronco di sesta generazione. L’aspetto sarà in linea con quanto visto dal 1966 fino ad oggi: il SUV avrà una carrozzeria molto squadrata e spigolosa, con il cofano anteriore e il tetto paralleli al suo e archi passaruota molto pronunciati. Le estremità della carrozzeria saranno corte, un dettaglio che fa capire l’indole dell’auto: la Bronco sarà in grado di muoversi agilmente in fuoristrada e avrà quindi un carattere più deciso rispetto ai SUV. La mascherina ed i fari anteriori appariranno invece più “morbidi”, al pari del fascione anteriore, mentre la rifinitura scura del montante posteriore del tetto servirà per far sembrare la fiancata meno massiccia.

Il motore è lo stesso della Mustang

A livello tecnico siamo in grado di tracciare un quadro meglio definito, perché la Bronco sarà essenzialmente la versione “chiusa” del pick-up Ranger, un veicolo da lavoro più corto dell’F-150 che fa parte dei cosiddetti pick-up di lunghezza media. L’aggettivo “media” va rapportato però alle strade americane, quindi la Ranger sarà lunga circa 5,00 metri e la Bronco dovrebbe attestarsi a circa 4,80 metri, una misura decisamente generosa per gli standard europei. La trazione sarà posteriore o integrale. Fra i motori dovrebbe esserci quasi sicuramente il benzina 2.3 già visto sulla Mustang e atteso anche sulla Ranger, abbinato secondo le anticipazioni al cambio automatico a 10 marce. Le stesse anticipazioni dicono che la Bronco avrà anche un motore ibrido e una versione priva del tetto.

 

 

 

Fotogallery: Rendering Ford Bronco 2020