Le vecchie batterie delle auto elettriche vengono riutilizzate, nel Regno Unito, per stoccare l’energia dei pannelli solari

I punti di ricarica, l’autonomia e il riutilizzo delle batterie. Le discussioni sulle auto elettriche ruotano quasi sempre intorno a questi tre punti, che devono ancora essere risolti dai costruttori prima che le auto ad emissioni zero possano affermarsi a livello di vendite. Nissan è fra le aziende che sembrano però avvicinarsi ad una soluzione per il terzo punto, quello sul riutilizzo delle batterie, visto che ha lanciato nel Regno Unito un programma di stoccaggio dell’energia (Nissan Energy Solar) nelle case private sfruttando le batterie provenienti dalle sue elettriche, riutilizzate per accumulare l’energia in eccesso prodotta dai pannelli solari.

Da riutilizzare nei momenti di picco

Il programma si chiama xStorage Home e permette di utilizzare in maniera più efficiente l'energia ricavata dai pannelli fotovoltaici posizionati sul tetto delle abitazioni private, visto che l’energia prodotta in eccedenza (ad esempio quando c’è tanto sole o in casa non serve la corrente) è riutilizzata nei momenti più sfavorevoli, cioè quando sono accesi più elettrodomestici allo stesso momento o quando fa brutto e non si può contare sull’energia generata dai pannelli sul tetto. Grazie all’xStorage Home è presente in casa sempre una riserva di energia, da utilizzare nei momenti di necessità (la commutazione avviene in automatico) per non fare ricorso all’impianto elettrico tradizionale. Il principio insomma è lo stesso delle batterie esterne (i powerbank) per gli smartphone.

Le batterie durano più a lungo

Utilizzare l’energia accumulata nei momenti più favorevoli consente un risparmio sulla bolletta energetica fino al 66%, stando ai calcoli dell’azienda giapponese, che in questo modo sfrutta più a lungo le vecchie batterie delle auto a zero emissioni e ritarda il momento in cui queste vanno smaltite: le pile infatti devono essere più efficienti quando alimentano una vettura, ma possono “concedersi” qualche dispersione in più all’interno di una casa. Senza contare inoltre che xStorage Home utilizza batterie da almeno 6 kWh, quando invece sulla Leaf la capacità è di 40 kWh. Un’idea simile era già venuta a Tesla e altri costruttori stanno lavorando nella stessa direzione.

Fotogallery: Nissan Solar Energy