Da oggi al 2022 Enel X premia le località di pregio turistico-ambientale, "Bandiere Arancione", con una rete di punti di ricarica

In Italia ci sono 227 Comuni con meno di 15.000 abitanti che per il loro valore turistico e ambientale si sono guadagnati il titolo di borghi “Bandiera Arancione” ed è a ognuno di questi piccoli paesi che sono destinate, da oggi al 2022, almeno due colonnine di ricarica per veicoli elettrici installati da Enel X. Alla base del protocollo d’intesa appena annunciato c’è la volontà di ampliare l’infrastruttura nazionale per la mobilità elettrica, andando a valorizzare il patrimonio storico, culturale e ambientale del nostro Paese.

Due o più colonnine per ogni borgo

Secondo l’accordo firmato con l’Associazione dei Paesi Bandiera Arancione, Enel X si occuperà di installazione, attivazione e manutenzione ordinaria e straordinaria delle colonnine, secondo un programma diviso in due parti da concludere entro il 2022. Le località che già hanno aderito al Piano nazionale per l’installazione di colonnine Enel potranno alla fine avere più di due colonnine sul solo territorio.

Da Nord a Sud

Ricordiamo che fra i Comuni “Bandiera Arancione” selezionati dal Touring Club Italiano ci sono anche molti borghi al di sotto dei 3.000 abitanti, distribuiti in ogni regione italiana da Nord a Sud. Per fare solo alcuni esempi possiamo citare Usseaux (TO), Torno (CO), Soave (VR), Bagno di Romagna (FC), Ripatransone (AP), Sutri (VT), Aliano (MT), Specchia (LE), Gerace (RC), Petralia Sottana (PA) e Oliena (NU), tutte località che nel giro di qualche anno potranno offrire un servizio in più a cittadini e turisti.