La supercar torinese, basata sulla Audi R8, verrà consegnata entro fine 2018 ma ora si può vedere nel primo video su strada

I fortunati che hanno ordinato la Zerouno Duerta devono aspettare ancora sei mesi prima di ricevere i 5 esemplari messi in cantiere da Italdesign. Di conseguenza questo breve filmato sarà per loro una sorta di tortura, visto che nessuno riuscirà a guardarlo senza prendere in mano il calendario e contare i giorni che mancano alla consegna: la Zerouno Duerta verrà consegnata infatti entro fine 2018, dopo che i loro futuri proprietari hanno già versato una parte sostanziosa dei circa 2 milioni di euro chiesti dall’azienda.

Tecnica tedesca, stile italiano

La Zerouno Duerta è la versione senza il tetto della Italdesign Zerouno, la coupé realizzata anch’essa in 5 esemplari e basata sull’Audi R8, da cui riprende il motore V10 5.2 da 610 CV e le prestazioni da supercar: il costruttore torinese parla infatti di un’accelerazione 0-100 km/h in 3,0 secondi e di una velocità massima nell’ordine dei 320 km/h. Duerta proviene dal dialetto piemontese e significa “aperta”, visto che al posto del tetto rigido c’è un pannello in fibra di carbonio (da lasciare in garage una volta smontato) o un capottina in tessuto.

Leggi anche:

Un altro costruttore nella galassia VW

Il progetto della supercar torinese è stato curato dalla Italdesign Automobili Speciali, una nuova divisione della Italdesign (l’azienda del gruppo Volkswagen che lavora su progettazione e messa a punto) che si occupa di fuoriserie in tiratura limitatissima dedicate a facoltosi collezionisti alla ricerca di vetture più originali rispetto alle “solite” Ferrari, Lamborghini e Porsche. L’azienda ha ripreso il motore e la meccanica della R8 V10, ma la carrozzeria ha linee dedicate ed è stata realizzata in fibra di carbonio per tagliare i pesi.



Fotogallery: Italdesign Zerouno Duerta