Potenze fino a 385 CV, tetto in tela e linee aggressive: la Z4 è pronta a tornare dopo due anni di assenza

Di spider due posti, escludendo le supercar, ce ne sono poche: entro la fine dell’estate si aggiungerà alla lista la nuova BMW Z4 che, secondo indiscrezioni, dovrebbe debuttare al Concorso d’Eleganza di Pebble Beach il 26 agosto. Poche settimane fa nel sud della Francia sono stati effettuati i test di sviluppo per la messa a punto del reparto sospensioni, anche se la pesante camuffatura della carrozzeria ha impedito analisi stilistica di alcun tipo… fino a questo momento: il sito olandese Autoweek.nl ha pubblicato infatti dei bozzetti inediti che svelano forme e proporzioni della carrozzeria, simili a quelle del concept presentato a Pebble Beach nel 2017 e al rendering dell'auto di serie da noi immaginato alla fine dell'evento.

Perde l’hard top

Sono tante le somiglianze con il prototipo presentato lo scorso anno al Concorso d’Eleganza statunitense: dai bozzetti le linee risultano meno spigolose e aggressive nonostante il profilo dei gruppi ottici, le nervature sul cofano anteriore e il classico doppio rene rimangano fedeli a quanto già presentato. Il profilo delle minigonne laterali sale verso i passaruota posteriori e, con le prese d’aria dietro alle ruote anteriori e il piccolo spoiler sulla coda, rende la linea più filante e sportiva. Rispetto alla precedente generazione si perde inoltre l’hard top a favore di una capote in tela meno isolante ma sicuramente più leggera.

Next-Gen BMW Z4 Design Registration

Al top della gamma il 3.0 da 385 CV

Ancora non si hanno notizie certe riguardanti le motorizzazioni: possiamo immaginare che al top della gamma ci sarà la M40i con un sei cilindri in linea da 3.0 litri da 335 o 385 CV con il Competition Package. A completare il quadro ci saranno anche cavallerie meno impegnative, con il quattro cilindri turbo da 2.0 litri da 180 CV della s20i e il quattro cilindri - sempre da 2.0 litri - da 250 CV della s30i. All’interno non mancheranno tutte le tecnologie che abbiamo recentemente visto sulla Serie 5 e sull’ammiraglia Serie 7. Per quanto riguarda il luogo di produzione, l’industria automobilistica Magna Steyr ha confermato che la Z4 dovrebbe essere prodotta nello stabilimento austriaco di Graz a partire dalla fine del 2018, con una capacità di 60.000 vetture l’anno tra la spider dell’Elica e la sorella Toyota Supra.

Leggi anche:

Fotogallery: I bozzetti della nuova BMW Z4