Delle 70 unità previste, 35 hanno un look ispirato alle Brabham di Formula 1

David Brabham aveva le idee ben chiare al momento di mettere in piedi la Brabham Automotive, il costruttore di auto supersportive ispirato al team di Formula 1 (fondato dal padre Jack) che quest’anno lancerà la BT62, un bolide pronto corsa da 710 CV pesante meno di 1.000 chili. Brabham ha puntato infatti sul comportamento di guida e sull’aura corsaiola del suo nome, legato indissolubilmente alla F1, dove la scuderia ha ottenuto 35 successi, 4 titoli piloti e 2 costruttori. Non a caso 35 dei 70 esemplari previsti avranno una livrea ispirata fedelmente alle Brabham vincitrici in Formula 1, mentre le restanti saranno personalizzabili dal cliente.

35 look diversi

Al momento dell’acquisto sarà possibile infatti ordinare un esemplare della serie Celebration o Signature, entrambi venduti a 1 milione di sterline (1,14 milioni di euro) più tasse ed eventuali altre personalizzazioni. Della serie Celebration fanno parte i telai dal numero 01 al 35. La BT62/01 è di colore verde e oro e si rifà alla Brabham BT7, prima al traguardo il 26 giugno 1964 sulla pista francese di Rouen-Les-Essarts, mentre la BT62/19 è verniciata in rosso e blu e richiama la BT64B del 1978 portata al successo da Niki Lauda. All’interno di ogni esemplare è prevista inoltre una targa commemorativa, in cui sono ricordate la data e il luogo della vittoria e il nome del pilota.

Per configurarla c’è la realtà aumentata

Le BT62 della linea Signature invece sono personalizzabili dal cliente, che può scegliere i colori e un abbinamento cromatico non per forza legato al mondo della Formula 1. A disposizione ci sono gli stilisti della Brabham Automotive, che possono far vedere al cliente il risultato della sua personalizzazione attraverso un software per la realtà aumentata messo a punto da Microsoft, in grado di mostrare l’aspetto dell’auto in tre dimensioni prima che questa venga costruita. La Brabham BT62 ha il telaio e la carrozzeria in fibra di carbonio e un’aerodinamica molto evoluta, in grado di generare una spinta a terra fino a 1.200 chili e far schiacciare l’auto al suolo a forte velocità.

Leggi anche:

Fotogallery: Brabham Celebration e Signature Series