Il nuovo capitolo sfrutta l’Unreal Engine 4 e il risultato è un’esperienza tutta nuova. La recensione

Passione, fatica, tenacia e adrenalina. Sono questi gli elementi che rendono il MotoGP uno degli eventi più attesi e seguiti al mondo da milioni e milioni di persone. Tradurre questa atmosfera in un videogioco non è facile, e lo sviluppatore italiano Milestone ne sa qualcosa visto che da cinque anni ormai si occupa della versione videoludica del motomondiale. Ebbene, ecco la prima notizia: Milestone ci è riuscita, e ci è riuscita alla grande.

 

Partiamo dalla novità principale, di tipo tecnico: ora il motore grafico è l’Unreal Engine 4, e questo basta per i più “smanettoni” per capire che grafica, fluidità di gioco e resa visiva sono di prim’ordine. A beneficiare è il gameplay in generale ma, nello specifico, la dinamica di guida delle moto, resa molto più realistica per quanto riguarda pesi e inerzie e sottolineata dai movimenti coerenti che compiono i piloti virtuali. A questo proposito è evidente lo sforzo fatto per riprodurre i comportamenti reali e verosimili dei piloti in carne ed ossa: Valentino correrà così come siamo abituati a vederlo, Marquez altrettanto e via dicendo.

MotoGP 18
MotoGP 18

Un aggiornamento che va di pari passo con il grande lavoro che è stato fatto sull’intelligenza artificiale: ora le gare si fanno più impegnative, anche se resta ogni tanto qualche comportamento poco “verosimile” da parte dei bot come le traiettorie in sorpasso che non tengono conto della nostra presenza all’interno delle curve. Vale la pena tornare sul discorso grafica, perché si capisce sin da subito che la cura riposta da Milestone nel comparto visivo è di altissimo livello. Per replicare al metro i circuiti, la software house ha impiegato lo scan tramite droni e la tecnica del 3D Scan per i volti e le varie moto. Non finisce qui perché la gestione della luce e dei riflessi è tutta nuova, molto più verosimile che in passato. Peccato che, su PlayStation4, la fluidità sia limitata a 30 fps.

MotoGP 18
MotoGP 18

Il cuore delle modalità di gioco è sicuramente quella Carriera, anche questa aggiornata e con nuove introduzioni. Impostate le generalità, scelto l’alter ego, lo stile di guida, l’abbigliamento e l’accessoristica, siamo pronti a scendere in pista muovendo i primi passi verso il contratto che ci porterà ai tracciati più importanti del motomondiale. Trovato il team, avrà inizio la carriera vera e propria che verte su due aspetti principali: sviluppo della moto, da portare avanti in base ai potenziamenti sbloccati e al nostro stile di guida, e la nostra reputazione. Questa crescerà in base agli obiettivi che raggiungeremo, che verranno ricompensati con dei punteggi utili a sbloccare nuovi miglioramenti per la nostra due ruote. A completare l’offerta di gioco, le modalità Grand Prix, campionato e “a tempo”.

MotoGP 18
MotoGP 18
MotoGP 18

MotoGP 18 è un titolo ambizioso che punta a svecchiare dinamiche e gameplay di una serie di successo che aveva bisogno di una rinfrescata. L’aggiornamento è arrivato e si vede tutto, visto che i miglioramenti e le nuove aggiunte riescono a rendere il titolo adatto non solamente ai più appassionati di MotoGP ma in generale a tutti i videogiocatori, che si sentiranno appagati di fronte ad una resa grafica così ben confezionata e a un gameplay, con la sua struttura, altamente coinvolgente.

 

Fotogallery: MotoGP 18