Lunga 4,84 metri e con 4 posti, la sportiva ha motori fino a 530 CV e uno stile molto elegante. Ma è adatta anche a chi piace guidare

Non è un caso che il luogo scelto per l'anteprima assoluta della BMW Serie 8 Coupé sia il circuito de la Sarthe, dove alle 15.00 di domani prenderà il via la 24 Ore di Le Mans. Il costruttore tedesco ha voluto puntare sul comportamento di guida per la nuova generazione della coupé di lusso e ha fatto tesoro dell'esperienza maturata in pista con la M8 GTE, la variante da corsa della Serie 8 Coupé che proverà a strappare la vittoria di classe nella gara di durata più celebre al mondo. BMW ha scelto di impiegare soluzioni tecniche molto esclusive per migliorare le reazioni al volante della Serie 8, a partire dal tetto in fibra di carbonio, un accorgimento rivolto finora alle sportivissime BMW M utile per tagliare i pesi e avvicinare il baricentro al suolo. Nello stesso materiale si possono avere anche i gusci degli specchietti, l'ala posteriore e l'estrattore dell'aria, tutti compresi nel pacchetto opzionale Carbon.

Grande ma non enorme

La Serie 8 riprende il nome della sportiva in vendita dal 1989 al 1999 e ha dimensioni più contenute di quanto si credeva finora, quindi non oltrepassa i 5,00 metri come la rivale Mercedes Classe S Coupé ma resta anche al di sotto dei 4,90: è lunga "solo" 4,84 metri, poco meno della Bentley Continental GT. Questo però non significa che sia un modello compatto, come dimostra la larghezza di 1,90 metri, a fronte del metro e 34 cm in altezza e dei 2,82 metri fra le ruote anteriori e posteriori. Le linee sono eleganti e di classe, in particolare nella vista laterale, dove il tetto basso e sfuggente regala alla Serie 8 Coupé una sagoma elegante ma non priva di carattere. Il frontale invece ha un look molto grintoso, per effetto della grande mascherina e dei fari a led allungati verso i passaruota.

BMW Série 8 (2019)

Addio alle lancette

L'abitacolo è in linea con lo stile delle ultime BMW e si caratterizza per lo spesso tunnel centrale, orientato verso il guidatore per migliorare la sensazione di coinvolgimento alla guida. La grande novità è rappresentata dal cruscotto digitale, già visto sulla nuova X5, dove al posto dei classici strumenti a lancette c'è uno schermo facilmente personalizzabile da 12,3". Il monitor del sistema multimediale invece è da 10,25". L'interno ha quattro sedili e il baule contiene 420 litri, stando ai numeri forniti dalla BMW, che si è impegnata per rendere la Serie 8 una sportiva più agile e maneggevole di quello che le dimensioni farebbero pensare: il peso (da 1.830 chili) è distribuito al 50/50 fra i due assi e non manca il sistema di quattro ruote sterzanti per far diventare l'auto più svelta in curva.

BMW Série 8 (2019)
BMW Série 8 (2019)

C'è anche diesel

La Serie 8 Coupé verrà lanciata nelle versioni M850i xDrive e 840d xDrive, entrambe abbinate al cambio automatico a 8 marce e alla trazione integrale xDrive con distribuzione variabile della coppia. Sulla M850i xDrive è previsto il benzina V8 4.4 da 530 CV, che regala alla coupé uno scatto da 0 a 100 km/h in 3,7 secondi, mentre la 840d xDrive ha il diesel sei cilindri 3.0 da 320 CV. In questo caso l'accelerazione 0-100 km/h viene portata a termine in 4,9 secondi. Entrambi i motori sono conformi alla normativa anti-inquinamento Euro 6d-Temp. Comprese nel prezzo ci sono le sospensioni regolabili Adaptive M e il regolatore di velocità adattivo, oltre al mantenimento attivo della corsia di percorrenza, mentre si pagano a parte le barre anti-rollio attive ed i fari anteriori laser.

Leggi anche:

Gallery: BMW Serie 8 Coupé