Ferrari, Porsche, Aston Martin, Corvette, BMW e Ford: oggi in pista, domani in strada per i loro fortunati possessori

Lungo quel rettilineo infinito chiamato Hunaudières, ogni auto da corsa raggiunge probabilmente la propria massima realizzazione. Alla 24 Ore di Le Mans tutto avvolge misticamente le protagoniste di questa lunga maratona. E se da un lato vi sono i prototipi LMP1, veri e propri mostri da corsa, dall'altro vi è quel mondo ancor più vicino alla produzione di serie, a quelle supercar che continuano a far sognare da sempre giovani di ieri e di oggi.

 

Sono le GTE, prototipi certo, la cui deriva dai modelli di serie è evidente, a partire dal corpo stesso della macchina. Una classe estremamente avvincente e spettacolare tanto che per molti si tratta della classe più interessante. Perchè alla fine dei conti, il fascino di una GT nel mondo delle corse, è equiparabile a poche altre vetture. Non è un caso che proprio a Le Mans, tanti giovani ed appassionati si soffermano davanti i box di Ferrari con la sua 488 o allo spazio BMW con la nuova Serie 8 misto di classe e potenza; e se dobbiamo parlare di classe non possiamo fare a meno di citare Aston Martin con la sua Vantage, mentre al Box Porsche si festeggia i propri settanta anni con due livree commemorative splendide. Infine, il piacere di tanti appassionati con il volto yankee: Ford con quella GT e Corvette con la C7. Vediamole dunque una per una.