367 esemplari di Panda di tutte le epoche si sono riuniti domenica 24 giugno nel comune cremasco di Pandino. Ospite d’onore, la nuova serie speciale Waze.

Con tre generazioni e oltre 7,5 milioni di unità prodotte dal 1980 ad oggi, non è affatto strano che la Panda sia considerata un autentico oggetto di culto, come del resto accade a tutte le auto più diffuse, longeve e popolari. Sorprende, semmai, scoprire che i “pandinisti” proliferano anche all’estero e che, fino a domenica 24 giugno, il record per il raduno più numeroso appartenesse al Giappone, dove una recente edizione del “Pandarino” ha fatto registrare la presenza di 318 esemplari: fino al 24 giugno, appunto, quando il record è tornato in Italia e per l’esattezza a Pandino, un comune della provincia di Cremona che vanta circa 9.000 abitanti e un imponente castello visconteo nel cui cortile si sono concentrati la bellezza di 367 esemplari di Panda.

Un appuntamento nato per scherzo

L’idea di radunare i Pandini a Pandino è sbocciata un anno fa quando un gruppo di appassionati ha organizzato quasi per scherzo un rendez-vous fissato per il 18 giugno 2017, raccogliendo, in gran parte tramite il passaparola dei social network, qualcosa come 200 presenze, alcune delle quali dall’estero; un fattore, quest'ultimo, che ha dato all’evento lo status di raduno internazionale. La seconda edizione ha proseguito sulla stessa falsariga con un coinvolgimento crescente di partner e istituzioni, primo tra tutti il comune stesso e naturalmente Fiat, che ha portato al raduno alcuni esemplari della nuova Panda Waze, l’ultima novità del marchio torinese.

 

Fiat Panda raduno a Pandino 2018
Fiat Panda raduno a Pandino 2018

In 200 per scrivere “Panda”

Non è soltanto il raduno ad aver fatto registrare un primato: il raduno sarà ricordato anche per più grande scritta “Panda”, realizzata disponendo nel cortile del castello circa 200 vetture (comprese alcune Waze) e alcuni cartelloni per aggiungere la scritta “Waze” proprio in omaggio alla "guest star". Il tutto, immortalato tramite un drone, che ha realizzato la fotografia da una “quota” e una posizione difficilmente ottenibili con altri mezzi. Successivamente, il corteo di auto ha sfilato per 27 km toccando alcuni comuni limitrofi per poi rientrare nel giardino del castello in tempo per l’ora di pranzo.

La “39 ore” benefica di Pedro e Pedro

In un raduno così variopinto anche le curiosità si sprecano: quella più interessante riguarda probabilmente la partecipazione estera, con vari equipaggi composti da driver di ogni età intervenuti da Gran Bretagna, Francia, Spagna, Belgio, Austria. Il primato, e di conseguenza il premio per la Panda arrivata da più lontano, è andato però al team portoghese, ossia a Pedro Texeira e Pedro Miguel Gomez che hanno legato l’occasione del raduno ad un’iniziativa benefica, vale a dire portare una donazione di cibo dal loro comune di Amarante, vicino a Porto, ad un campo rifugiati di Roma utilizzando la loro Panda 750. Per far questo, si sono “sparati” un viaggio di circa 2.070 km compiuto in 39 ore da Porto a Milano, dove hanno affidato il prezioso carico (ben 130 kg di generi alimentari raccolti nei giorni prevedenti la partenza) alla Croce Rossa. Il tutto documentato in tempo reale sulla pagina facebook “green mission”. I volenterosi lusitani non sono stati gli unici a portare a casa un premio: la manifestazione ha infatti assegnato 11 riconoscimenti per le vetture più anziane, accessoriate e stravaganti tra cui “La Panda più tamarra”, andata ad un esemplare con allestimento da corsa, e “la miglior Panda mascherata”, titolo vinto dalla simpatica Panda Campagnola arrivata a Pandino con tanto di contadine in costume a fare da contorno.

Panda Waze, navigare in community

Ospite d’onore del raduno, la Panda Waze è l’ultima novità introdotta nella gamma della city car Fiat: esteticamente prende le mosse dalla City Cross, allestimento che sta dando grandi soddisfazioni al marchio con il 20% delle preferenze in Italia e quasi il 40% all’estero. La vera novità riguarda però la dotazione infotainment, che integra nel pacchetto “Panda Uconnect” la diffusa app di navigazione Waze, basata su una community con oltre 100 milioni di utenti nel mondo (3 milioni in Italia), che sfrutta questa rete per ottenere e fornire continuamente informazioni su viabilità e traffico, segnalando imprevisti e suggerendo vie alternative in tempo reale. Il supporto in plancia consente infatti di utilizzare il proprio smartphone come interfaccia dell’infotainment di bordo e gestire tramite esso la radio, la musica digitale, le funzioni bluetooth, i comandi vocali e persino realizzare foto e video da salvare o condividere, ed è disponibile con compatibilità iOS e Android. La Panda Waze è ordinabile dal 19 giugno con unica motorizzazione 1.2 da 69 CV al prezzo di 14.390 euro.

 

Leggi anche:

Fotogallery: Fiat Panda raduno a Pandino