Dagli Stati Uniti nuove voci su coupé e spider a 2 posti

Non è stato certo un modello capace di generare ricavi inimmaginabili e nemmeno di far segnare vendite da capogiro, ma la Alfa Romeo 4C rimane un’auto fondamentale per il Biscione. A lei infatti è spettato il compito di riportare la Casa di Arese alla tanto agognata trazione posteriore, ma non solo: è stata la testa di ponte per il nuovo sbarco di Alfa negli USA. Un modello piccolo ma grande pronto ad andare in pensione, anche se proprio da oltre Oceano arrivano voci contrastanti.

Coupé no, spider si?

Partiamo con una certezza: la 4C Coupé è destinata a dire addio a tutti a fine 2018. Come evidenziato dal piano industriale di FCA infatti nel futuro di Alfa Romeo non ci sarà spazio per una coupé sportiva 2 posti. Dopo 5 anni quindi si chiuderà la sua avventura, lasciando spazio ad altri modelli, tra i quali la GTV, ovvero la versione coupé ad altissime prestazioni della Giulia. Nessuna erede diretta quindi, ma la possibilità che la 4C Spider possa continuare a rimanere in gamma.

Per vederci meglio

Secondo alcune voci che riportano le parole di Danny Pritt (product manger della 4c) la sportiva scoperta potrebbe ricevere aggiornamenti, come una telecamera di parcheggio posteriore e il Track Package, comprensivo di sospensioni sportive, cerchi da 19”, pneumatici Pirelli P-Zero AR Racing e barra stabilizzatrice, come accessorio a parte e non più quindi come allestimento speciale. Tutto questo però potrebbe valere unicamente per il mercato statunitense e non per quello europeo, dal quale (sempre che non ci siano ripensamenti rispetto al piano presentato lo scorso 1° giugno) l'Alfa Romeo 4C sembra proprio destinata a scomparire.

Leggi anche:

Fotogallery: Alfa Romeo: piano industriale 2018-2022