Al via della Hill Climb ci sarà anche una Roborace, l’auto da corsa senza pilota che presto darà vita a un campionato

C’è una novità in più quest’anno per chi assiste al Goodwood Festival of Speed, il grande raduno in programma a Goodwood (Inghilterra) dal 12 al 15 luglio a cui partecipano scuderie e case automobilistiche con modelli di tutte le epoche, in un'affascinante cornice formata da una classica villa inglese invasa da appassionati dai 5 continenti. Fra le vetture pronte ad animare l'edizione 2018 ci sarà anche una Roborace, prototipo di auto elettrica e senza pilota che darà vita entro pochi anni ad un campionato parallelo alla Formula E.

Per gli spettatori una visuale a 360°

Le Robocar del resto avevano già partecipato nel 2017 alla Goodwood Festival of Speed, ma in quel caso erano rimaste confinate all’interno dell’area dedicata a modelli futuristici e alle nuove tecnologie per le auto. Quest’anno invece una vettura parteciperà alla Hill Climb, l’evento centrale della manifestazione, dove auto in produzione, storiche o da competizione, suddivise per categorie, sono protagoniste di una breve corsa a cronometro lungo una salita di 1,9 chilometri. La Roborace sarà equipaggiata con speciali telecamere a 360°, grazie alle quali gli spettatori potranno osservare tutto ciò che avviene sul percorso.

La competizione sta nel software

Il campionato per Roborace è stato annunciato nel 2016 e al momento non è chiaro quando prenderà il via, ma gli organizzatori hanno annunciato che le gare seguiranno lo stesso calendario della Formula E e dureranno un’ora. Le auto sono elettriche da circa 500 CV, pesano 1.350 chili e sono dotate dei sensori presenti sulle vetture a guida autonoma, ma sarà compito dei team mettere a punto il software che le controlla: sarà l’elettronica quindi a decidere se sorpassare dopo un rettilineo o a mettere in atto una precisa strategia di gara.

Leggi anche: