Con l'acquisizione del 10% della Casa croata potrebbe nascere una super sportiva a emissioni zero

Quello dell’elettrificazione è un mondo vasto che sta assistendo a sempre più conquistatori, pronti a piantare la propria bandierina e diventare tra i primi pionieri, pronti a “dare la scossa” con numerosi modelli a batteria. Della gara fa parte anche Porsche che dopo i primi modelli ibridi plug-in si prepara a compiere il grande passo e lanciare la Taycan, il suo primo modello a emissioni zero. Un’auto fondamentale che servirà da trampolino di lancio per una nuova era a elettroni della Cavallina, affrontata anche grazie a Rimac, piccola Casa automobilistica croata e specializzata in auto elettriche, posseduta al 10% proprio da Porsche. L’intenzione di Zuffenhausen è quella di sfruttare l’esperienza di Rimac (fornitrice di motori elettrici per diverse aziende) per creare nuovi propulsori. E perché no, anche una hypercar a emissioni zero, protagonista del nostro nuovo rendering.

Non solo fantasia

Di comunicati ufficiali non ce ne sono stati e chissà se e quando verranno, ma che un domani Porsche e Rimac possano presentare una super sportiva elettrica non è un pensiero troppo “spinto”. La Tycan infatti rappresenterà una Gran Turismo, la versione a batterie della Panamera e, nonostante le caratteristiche tecniche di prim’ordine, non sarà certo l’auto da track day o buona magari per stracciare record al Nurburgring. Via libera quindi a forme audaci pronte a fendere l’aria con la massima efficienza possibile, un’ala posteriore per schiacciare l’auto a terra e renderla velocissima anche in curva e un aspetto generale da vera cattiva.

Leggi anche:

Migliaia di cavalli

Se per quanto riguarda lo stile abbiamo lavorato di fantasia, sulla meccanica possiamo quantomeno rifarci ai numeri della Rimac C_Two, l’hypercar elettrica della Casa croata, andata sold out nonostante le linee di produzione debbano ancora essere avviate. Il suo arrivo è previsto nel 2020 e i dati tecnici sono da urlo: 1.914 CV e 2.300 Nm di coppia. Roba da strappare l’asfalto e passare da 0 a 100 km/h in meno di 2”. Merito dei 4 motori elettrici che (il condizionale è d’obbligo) potrebbero equipaggiare anche l’hypercar elettrica sviluppata assieme a Porsche. Magari con qualche cavallo in più, così da arrivare a fare cifra tonda a quota 2.000, per un’autonomia di circa 650 km.

Fotogallery: Porsche Rimac supercar, il rendering