Solo 8 paesi su 30, tra cui l’Italia, hanno registrato il segno meno

Registrato il -7,3% delle immatricolazioni in Italia a giugno, tocca ora guardare com’è andato il mercato dell’auto in Europa e ci sono buone notizie. Lo scorso mese infatti le vendite sono cresciute del 5,1%, per un totale di 1.618.985 nuove auto vendute. Un bel passo avanti rispetto al risicato +0,6% di maggio e, soprattutto, un bel tassello che permette di far registrare un +2,8% nel primo semestre del 2018, con 8.695.785 immatricolazioni dal 1° gennaio ai 30 giugno.

La Spagna vola

Tra i 5 maggiori mercati europei (che inglobano il 71,3% del totale delle immatricolazioni) è quello spagnolo a registrare crescite elevate, con un +8% a giugno e +10,1% su base semestrale. Bene anche la Germania, nonostante la crisi del diesel e il -20% delle immatricolazioni a gasolio fatte registrare. Un calo vistoso compensato da altre motorizzazioni, per un +4,2% a giugno e +2,9% nel primo semestre. Cresce bene anche la Francia: +9,2% a giugno e +4,7% nel primo semestre. A calare, oltre l’Italia, è anche la Gran Bretagna, in contrazione da ormai un paio d’anni. Alla corte di Elisabetta II infatti si è registrato un mercato un calo del 3,5% in giugno e del 6,3% su base semestrale.

Volvo in impennata, bene Volkswagen, FCA cala

Analizzando brand per brand il Gruppo Volkswagen continua a rimanere in cima con 390.701 unità vendute in giugno, per un +13,3% di crescita. Bene anche i dati semestrali, con 2.064.338 immatricolazioni, +8% rispetto al primo semestre del 2017. Sugli scudi Seat (+19%), seguita da VW (+16,8%) e Skoda (+9,1%). Bene anche PSA, sempre trainata dalle immatricolazioni Opel (lo scorso anno di proprietà GM): +65,8% a giugno e +65,1% nel primo semestre. Cresce anche Renault (+4,7% a giugno, +5% da gennaio) mentre FCA scende. Il Gruppo guidato da Sergio Marchionne a giugno 2018 ha venduto il 2,6% in meno rispetto allo stesso mese dello scorso anno, per un -2,2% su base semestrale. Ad affossarlo ci sono Fiat (-9,4%), Alfa Romeo (-9,6%) e tutti gli altri brand, ad esclusione di Jeep che “esplode” in un incredibile +72,8% a giugno e +68,1%  nei primi 6 mesi del 2018. Salgono poi BMW (+8,2%), Toyota (+13,7%), Hyundai (+6%), Kia (+7,8%) e Volvo che schizza a +28,3%, calano invece Ford (-8,6%), Daimler (-5,2%), Nissan (-14,4%), Jaguar – Land Rover (-2,6%) e Honda (-1,7%).

Leggi anche: