Il motore da 150 CV rispetta le normative anti inquinamento Euro 6d-Temp

Ci sono novità per la Opel Astra, ma non per quanto riguarda stile o tecnologia di bordo, bensì sotto il suo cofano. La compatta del Fulmine (anche in versione Sports Tourer) infatti ora monta anche il nuovo 1.6 BiTurbo diesel da 150 CV e 320 Nm di coppia omologato Euro 6d-Temp. La 5 porte ha consumi ed emissioni dichiarati rispettivamente di 5 litri ogni 100 km nel ciclo misto e 133 g/km di CO2 mentre la sw dichiara 5,2 litri ogni 100 km e CO2 emessa pari a 137 g/km. Numeri raggiunti grazie anche all’adozione dell’SCR, con iniezione di AdBlue per ridurre l’emissione di sostanze nocive.

Diesel sportivo

Grazie ai 150 CV e 320 Nm di coppia, disponibili da 1.500 a 2.250 giri, l’Opel Astra 5 porte passa da 0 a 100 km/h in 9” netti, per raggiungere i 225 km/h di velocità massima. In abbinamento si ha il solo cambio manuale 6 marce. Il prezzo di listino parte 27.100 euro e naturalmente si possono avere tutti i classici allestimenti previsti per la compatta di Rüsselsheim, assieme ai vari optional come luci full LED, sistema di infotainment con monitor touch, frenata automatica d’emergenza e sistema di mantenimento della corsia.

Leggi anche:

La corsa vero l’elettrico

In un mondo che fa sempre più fatica a fidarsi del diesel, con il nuovo 1.6 Opel dimostra di credere ancora nelle motorizzazioni a gasolio, nell’attesa di elettrificare completamente la propria gamma. Sappiamo infatti che entro il 2020 la Casa tedesca lancerà 4 nuovi modelli elettrici, con l’obiettivo di elettrificare l’intera gamma entro il 2024, utilizzando anche l’idrogeno. All’interno del Gruppo PSA infatti sarà Opel a percorrere la strada delle fuel cell, aiutando così tutto il Gruppo ad abbattere e infine azzerare le emissioni di gamma.

Fotogallery: Opel Astra, perché comprarla… e perché no [VIDEO]