Mostrato nel 2001, il prototipo non tradisce il look delle Skyline GT-R ma lo aggiorna in chiave moderna: i fari ad esempio sono più rastremati

Le case automobilistiche giapponesi sarebbero degli ottimi giocatori di poker, visto che hanno la tendenza a non scoprire mai le carte e tenerle nascoste fino all'ultimo. L'esempio più recente è con la Toyota Supra, la riedizione della mitica sportiva di cui non conosciamo altro che pochi dettagli. Anche la Nissan non è stata da meno: la versione definitiva della GT-R è stata mostrata nel 2007, ma il primo modello di stile (chiamato GT-R Concept) risale addirittura al 2001 e fece restare tutti a bocca asciutta, perché al momento della presentazione non vennero rivelate le caratteristiche tecniche. Gli amanti della sportiva hanno dovuto pazientare 6 lunghi anni prima di avere qualche dettaglio in più sulla GT-R. Bisogna dire però che l'attesa non è stata vana, perché la sportiva era molto innovativa per l'epoca e aveva prestazioni in linea con vetture più costose e blasonate.

Fra tradizione e innovazione

Nei primi Anni '00 la Nissan mette in cantiere una sostituita della mitica Skyline GT-R, la coupé realizzata in due generazioni (la prima è del 1969, la seconda del 1989) diventata un modello iconico per il costruttore giapponese, che non si risparmiò a livello di nuove tecnologie e scelse raffinati sistemi di trazione integrale e quattro ruote sterzanti. L'erede avrebbe dovuto conservare le forme tipiche delle Skyline GT-R, che avevano il cofano piatto e parallelo al suolo, fiancate levigate e un montante posteriore del tetto molto inclinato. Gli stilisti partono da questa base e mettono a punto una proposta di stile fedele alle antenate, che non appare come una semplice riproposizione ma aggiunge particolari fin lì sconosciuti alle Skyline GT-R: ad esempio il tetto è curvo, la fiancata appare molto più snella rispetto a prima ed i fari anteriori sono più raccolti, complice il rivestimento a contrasto in cui sono inseriti.

Fotogallery: Nissan GT-R Proto 2005

Quattro anni di attesa

La GT-R Concept mandò in fibrillazione gli amanti della Skyline GT-R, a maggior ragione dopo la ritrovata popolarità dell'auto con il film Fast and Furious (uscito proprio nel 2001), ma il costruttore giapponese smorzò gli entusiasmi non fornendo alcun dettaglio di tipo tecnico sulla GT-R Concept. Il progetto della GT-R venne portato avanti segretamente e senza particolare frenesia, tanto è vero che il secondo prototipo di anticipazione risale al 2005: è la GT-R Proto, un modello di stile quasi definitivo che riprendeva dalla GT-R Concept la parte centrale nera del fascione anteriore, i sottili fari anteriori (inseriti dentro un motivo a contrasto) ed i possenti archi passaruota.

Leggi anche:

Fotogallery: Nissan Skyline GT-R concept 2001