Il manager italiano, fra i candidati alla successione di Marchionne, rimette il suo incarico di responsabile dell'area Europa, Medio Oriente e Africa

Alfredo Altavilla lascia il gruppo FCA. La notizia era nell'aria già dalle prime ore di questa mattina, ma ora è ufficiale e diffusa da un stringata nota del Gruppo che indica anche l'attuale amministratore delegato Mike Manley come responsabile ad interim dell'area EMEA, quella di competenza del dimissionario manager pugliese. Altavilla era nella “rosa” dei candidati a prendere il posto di Marchionne, insieme a Manley e al responsabile finanziario Richard Palmer, ma il Consiglio di Amministrazione del gruppo ha optato alla fine per l'inglese e lasciato Altavilla al suo ruolo di Chief Operating Officer per l'area EMEA.

Giorni non facili per il Gruppo

Non sono, dunque giorni giorni facili per i membri del consiglio di amministrazione della FCA che, dopo aver gestito nel weekend la successione di Sergio Marchionne si troveranno a dover decidere un'altra nomina, quella per il ruolo di responsabile operativo del Gruppo per la regione EMEA che comprende l'Europa, il Medio Oriente e l'Africa. A questo si aggiunge anche la difficoltà che il titolo sta avendo in borsa, dove sia FCA sia Ferrari stanno patendo i cambi al vertice.

Altro sul "dopo Marchionne":

Chi è Alfredo Altavilla

Il manager 54enne, fedelissimo di Sergio Marchionne lavorava per il Gruppo dal 1990 e ha curato a lungo i rapporti con l'estero, occupandosi inizialmente di operazioni internazionali per poi di guidare la divisione della Fiat a Pechino. Nel 1999 è diventato responsabile della Fiat Asia. Da novembre 2012 è capo della FCA per l'area EMEA. Altavilla è stato anche a capo della divisione motori FPT e di Iveco e ha ricoperto un ruolo fondamentale nel 2002 quando, per conto del gruppo Fiat, ha lavorato per sancire la fine della brevissima collaborazione con General Motors. Altavilla affiancherà Mike Manley fino alla fine di Agosto per supportare la transizione, mentre le attività di sviluppo business a livello globale saranno curata da Richard Palmer.