Due pannelli in vetro quadristrato illuminano l’abitacolo della hypercar da 1.500 CV

Alzare lo sguardo e vedere il cielo era una delle poche cose che, fino ad oggi, non era possibile fare al volante della Bugatti Chiron. Quasi una mancanza per gli esigentissimi clienti della casa di Molsheim che, non potendo optare per una variante cabriolet della hypercar, hanno adesso la possibilità di scegliere come optional il tetto panoramico Sky View: verrà presentato ad agosto al Concorso d’Eleganza di Pebble Beach ma è disponibile fin da subito a listino.

Uno scorcio di cielo sopra la testa

Due pannelli in vetro lunghi 65 cm e larghi 44 permettono alla luce di invadere l’elegante abitacolo della Chiron, non togliendo spazio alla testa degli occupanti che anzi vanno a beneficiare di circa 2,7 cm di spazio in più. Ogni pannello dello Sky View è composto da quattro strati intermedi, ognuno dei quali soddisfa tutti gli standard richiesti: il rumore del vento è ridotto, i raggi infrarossi vengono riflessi in modo tale da non influenzare la temperatura nell’abitacolo, il vetro è studiato per evitare effetti di abbagliamento e, infine, trattato in modo da filtrare gli UV dannosi.

Ti potrebbe interessare:

Sotto il cofano il W16

Ancora non si conoscono i prezzi del tetto Sky View, ma saranno sicuramente alla portata dei fortunati acquirenti della Bugatti Chiron, il cui prezzo di listino parte da circa 3 milioni di euro. Elegante, comoda e potentissima, l’erede della Veyron nasconde sotto la carrozzeria un W16 da 8.0 litri da 1.500 CV e 1.600 Nm di coppia, capace di spingere i quasi 2.000 kg di peso ad oltre 400 km/h.

Fotogallery: Bugatti Chiron, il tetto Sky View