Con un tempo di 6'44"97 è la più veloce auto stradale al 'Ring e batte la Porsche 911 GT2 RS

6 minuti, 44 secondi e 97 centesimi, otto secondi in meno della Huracan Performante e quasi tre secondi in meno rispetto al giro della Porsche 911 GT2 RS. Stiamo parlando - ovviamente - del Nurburgring, è questo è il super tempo che ha fatto segnare la Lamborghini Aventador SVJ. Questo nome vi è nuovo? La supercar di Sant’Agata infatti non è ancora arrivata sul mercato (per questo le camuffature sulla carrozzeria), con la presentazione internazionale prevista tra poche settiamane alla Monterey Car Week in California. Un bel biglietto da visita.

Aerodinamica vera protagonista

Non essendo ancora stata presentata non si conoscono i dettagli tecnici di quella che potrebbe essere la più potente Lamborghini stradale di sempre. Modifiche alla meccanica e l’utilizzo di nuovi materiali composti ultraleggeri hanno permesso di raggiungere il rapporto peso-potenza incredibile di 1,98 kg/CV. L’aerodinamica adotta il sistema ALA 2.0 (Aerodinamica Lamborghini Attiva) - un upgrade di quanto già visto sulla Huracan Performante - in grado di garantire un handling e una downforce mai visti prima su una Lamborghini di serie. Il telaio è stato irrigidito, lo sterzo migliorato e la trazione integrale è stata ottimizzata per rendere ancora più efficace il sistema a quattro ruote sterzanti. Pirelli ha sviluppato per l’Aventador SVJ dei P Zero Corsa dedicati, anche se per il record sono stati utilizzati dei più performanti P Zero Trofeo R che saranno comunque disponibili come optional a listino.

Leggi anche:

Il record era alla portata

Alla guida il pilota ufficiale Lamborghini Marco Capelli, che ha percorso i 20,6 km del ‘Ring sotto la supervisione dell’intero team di Sant’Agata, dei tecnici Pirelli e del personale di Remak che, armato di GPS e sistema di telemetria, aveva il compito di certificare un possibile e sperato record di categoria. Ma perché Aventador SVJ? J sta per Jota, suffisso con cui la Casa definisce le auto più performanti orientate al mondo racing. “Questa nuova auto rappresenta la massima espressione delle tecnologie messe a punto da Lamborghini per la produzione di vetture supersportive, spingendosi ben oltre gli attuali livelli prestazionali di riferimento” ha affermato Stefano Domenicali, CEO di Automobili Lamborghini.

Fotogallery: Lamborghini Aventador SVJ, il record al Nurburgring