Dovrebbe chiamarsi 812 Monza e sarà una barchetta in serie limitata da guidare con il casco, attesa poche settimane dopo la 488 Pista senza tetto

Agosto e settembre si preannunciano mesi caldi per la Ferrari, che dovrebbe lanciare un nuovo modello derivato dalla 488 Pista e un altro in serie limitata per i suoi collezionisti più affezionati e facoltosi. Quello a destare la curiosità maggiore è ovviamente il secondo, una vettura speciale per collezionisti di cui ha fornito una prima anticipazione la pagina Facebook portoghese Cavallino Rampante, dov'è stato pubblicata un'immagine che ritrae l'auto volutamente poco dettagliata. Lì si legge la data del 17 settembre, quando il nuovo modello sarà svelato in anteprima mondiale. Purtroppo non possediamo una Ferrari e non possiamo entrare nella sezione dedicata del sito, dove dovrebbero essere presenti le informazioni principali.

L'eredità di Marchionne

Una data non scelta a caso: tra poco più di un mese infatti Ferrari presenterà il proprio piano industriale (come fatto da FCA lo scorso 1° giugno), nel quale illustrerà ciò che arriverà nei prossimi anni. Un piano industriale studiato e approvato da Sergio Marchionne e che comprenderà, oltre alla misteriosa special, anche il SUV (o, per dirla come gli uomini di Maranello, FUV), in arrivo tra un paio d'anni. A presiedere l'incontro sarà naturalmente Louis Camilleri, nuovo CEO del Cavallino Rampante, pronto a un debutto col botto.

Leggi anche:

Per collezionisti in vena di emozioni

Dopo aver fatto le nostre ricerche siamo in grado di anticipare che la Ferrari dell'immagine avrà il codice di progetto F176 e dovrebbe chiamarsi 812 Monza, un nome eloquente che fa capire quale sarà la principale destinazione dell'auto: la pista. La Ferrari 812 Monza sarà basata infatti sulla 812 Superfast e ne riprenderà il motore V12 aspirato, ma secondo le informazioni in nostro possesso non avrà il parabrezza, o lo avrà ma di dimensioni estremamente ridotte (come sulla Dallara Stradale) e dovrà essere guidata con il casco, quindi dovrebbe rivelarsi assai più estrema di altre Rosse a dodici cilindri senza il tetto (una su tutte la Superamerica del 2005).

720 CV a tetto aperto

Il modello che verrà svelato per primo sarà invece la versione senza il tetto della 488 Pista, attesa al Concorso d'Eleganza di Pebble Beach (21-26 agosto) con una livrea diversa rispetto a quella vista sulla coupé. In questo non sono previste grosse sorprese: l'auto sarà basata sulla 488 Spider, ma avrà il motore V8 3.9 potenziato a 720 CV e tante soluzioni tecniche per farla andare forte fra i cordoli. 

Fotogallery: Marchionne: mai una Ferrari V12 turbo, arriva l’ibrido