La settima generazione debutterà a settembre al Salone di Parigi: ecco le ultime foto dal Nurburgring e tutto quello che sappiamo finora

Il Salone di Parigi 2018 (4-14 ottobre) si preannuncia in tono minore rispetto alle ultime edizioni, complici le defezioni già annunciate di colossi come il gruppo FCA, la Ford, la Mazda, la Nissan, la Opel, la Volkswagen e la Volvo. Fra i presenti ci sarà la BMW, che alla rassegna mostrerà la principale novità dell'anno: il costruttore toglierà i veli alla nuova Serie 3 (di cui vi abbiamo già parlato, ma data l'importanza del modello è opportuno tornarci su), la berlina media giunta alla settima generazione che verrà rinnovata da cima a fondo e sarà più lunga di qualche centimetro per migliorare lo spazio a bordo. La Serie 3 (codice di progetto G20) non verrà stravolta rispetto al modello oggi in vendita, ma come già visto sulle nuove X3 e X5 verrà rinnovata nel solco della continuità, quindi continuerà ad avere una carrozzeria filante e grintosa ispirata però alla Serie 5: davanti ad esempio i fari saranno uniti alla mascherina.

Con il nuovo telaio è più rigida

Dalla Serie 5 verrà ripresa anche la base meccanica a trazione posteriore o integrale, la stessa CLAR utilizzata anche sulle X3, X5 e su tutte le altre auto medio/grandi della casa tedesca. Fra i punti di forza della base costruttiva ci sono la maggiore rigidità strutturale e la leggerezza (circa 55 kg in meno rispetto al modello attuale, con una distribuzione dei pesi sempre al 50:50 fra avantreno e retrotreno), due caratteristiche che hanno influito non poco al momento dello sviluppo, visto che la Serie 3 G20 si preannuncia migliore da guidare e in grado di ospitare motori a 3, 4, 6 cilindri e anche ibridi. Anche l'interno non verrà stravolto rispetto alla vecchia generazione, ma guardando le immagini scattate agli esemplari di prova si nota che al posto del classico quadro strumenti a lancette è prevista la nuova strumentazione digitale vista sulla X5 (optional). Grazie al passo maggiorato e alla lunghezza di circa 4,70 metri (6 cm in più rispetto ad oggi), inoltre, la Serie 3 dovrebbe rivelarsi più vivibile per i passeggeri e avere un bagagliaio più ampio.

Fotogallery: Nuova BMW Serie 3, le foto spia

 

"Green" oppure sportiva

I motori attesi sulla nuova generazione della Serie 3 saranno ben tredici, ma solo alcuni saranno disponibili fin da subito. Fra questi non dovrebbero esserci le unità “base”, come quella attesa sulla 318i, la più economica fra le Serie 3 a benzina: stando ad alcune anticipazioni dovrebbe avere il tre cilindri da 150 CV. Salendo di prezzo ci sarà la 320i da 204 CV, disponibile anche in versione a basso consumo Efficient Dynamics (da 170 CV), oltre alle sei cilindri 330i da 265 CV e M340i da 380 CV. La scelta sarà più ricca fra i motori a gasolio, visto che si partirà dalla 316d (136 CV) fino ad arrivare alla M340d (320 CV). Nel mezzo le 318d da 163 CV, 320d da 204 CV, 325d da 238 CV e 330d da 265 CV. I motori ibridi plug-in saranno riservati alle 325e iPerformance e 330e iPerformance, da 230 CV e 265 CV. Optional il cambio automatico a 8 marce e la trazione integrale. Non si esclude una variante 100% elettrica.

Leggi anche:

Cosa c'è sotto al cofano

Come da tradizione, la gamma motori sarà molto ampia:

 

Fotogallery: BMW Serie 3, le immagini teaser