Forme stravaganti, con molte innovazioni sul tema sicurezza

Archiviate le difficoltà finanziarie degli Anni '60, in BMW volevano mostrare a tutti il mutato (e più sereno) clima economico raggiunto. Decisero che il modo migliore per farlo era creare una concept dallo stile radicale: la BMW Turbo. Primo prototipo uscito dalla fabbrica della Casa dell'Elica, ha pure guidato la parata degli atleti alle Olimpiadi di Monaco del 1972. Ma c'è di più.

Fonte d'ispirazione

In realtà, è stata proprio lei a “sdoganare” il motore turbo sulle BMW: un anno dopo la sua apparizione debuttò infatti sul mercato la 2002 turbo. Che, tuttavia, poteva vantare solo 170 CV, contro i 200 del prototipo. In ogni caso, l'idea della Turbo del 1972 venne a Paul Bracq, allora capo del design BMW, che volle trasformare la piccola 2002 in un esercizio di stile stravagante. Dopo aver ricevuto l'ok dei dirigenti, Bracq ha pensato subito ai fari a scomparsa, alle spettacolari porte ad ala di gabbiano e alle ruote posteriori parzialmente coperte. La somiglianza con la M1 è evidente, ma la Turbo è servita da ispirazione anche per la Z1 e la prima Serie 8.

Leggi anche:

Il pallino della sicurezza

Se negli Anni '70 i paraurti erano ancora barre cromate attaccate alle parti terminali della carrozzeria, sulla BMW Turbo si sperimenta per la prima volta un approccio nuovo, con i paraurti perfettamente integrati e riempiti di schiuma, in modo da assorbire al meglio eventuali impatti a bassa velocità. Da citare, in ottica sicurezza, anche barre anti-intrusione laterali, rollbar, sistema di frenata con antibloccaggio e zone a deformazione controllata.

1972 BMW Turbo concept

Cruise control attivo ante-litteram

Ma forse la caratteristica più interessante della Turbo era il sistema di controllo della distanza di sicurezza in funzione della velocità: se il divario fra la Turbo e la vettura che precedeva scendeva sotto una determinata soglia, un display in plancia mostrava la cosa al guidatore e un segnale acustico si attivava per la segnalazione. In sostanza, una sorta di cruise control attivo ante-litteram. In tutto sono state prodotte da BMW due Turbo, una in grado di viaggiare e un'altra no, perfetta per essere mostrata staticamente in occasione di eventi e feste.

 

Fotogallery: 1972 BMW Turbo concept