Dalle ore 11 di lunedì 20 agosto è sospeso il pagamento del pedaggio nell'area del crollo del ponte Morandi

Il gesto è simbolico, ma non poteva non essere fatto, alla luce della tragedia del ponte Morandi: Autostrade per l’Italia, a partire dalle 11 di oggi - lunedì 20 agosto - non chiede il pagamento del pedaggio sulla rete genovese. Il provvedimento segue quanto annunciato nella conferenza stampa di sabato 18 agosto.

Questi i tratti interessati

Nel dettaglio, il pagamento non viene chiesto per chi viaggia sui seguenti percorsi e viceversa: Genova Ovest - Genova Bolzaneto, Genova Pra’ - Genova Aeroporto, Genova Pra’ - Genova Pegli, Genova Pegli - Genova Aeroporto. Non solo: con una semplice dichiarazione, da consegnare nei Punto Blu di Genova Ovest e Genova Sampierdarena, oppure scrivendo a info@autostrade.it, coloro che hanno pagato il pedaggio sulle stesse tratte a partire dal 14 agosto potranno chiederne il rimborso. Ai possessori di Telepass i transiti a partire dal 14 agosto sulle tratte in questione non verranno fatturati, senza che ci sia bisogno di alcuna azione da parte loro.

 

Leggi anche:

Meglio tardi che mai

Le responsabilità sul crollo del viadotto fondamentale per la viabilità genovese, ligure e anche italiana (se non altro per un pezzo importante della nostra economia) le potranno accertare solo le sentenze giudiziarie sulla base di accurate perizie tecniche, non certo verdetti “sparati” sull’onda dell’emotività. Una cosa è certa, però: Autostrade per l’Italia non ha gestito in modo esemplare la comunicazione nei giorni immediatamente successivi la tragedia. Primo, perché il messaggio di cordoglio verso le famiglie delle vittime è stato rilasciato con due giorni di ritardo. Secondo, perché anche il provvedimento di sospensione del pedaggio doveva essere deciso immediatamente.

Fotogallery: Il crollo del Ponte Morandi nelle immagini dei Vigili del Fuoco