Affinamenti in vista per partecipare alla kermesse motoristica italiana del 14-16 settembre

La Giannini 350GP l'avevamo vista (e sentita) nel novembre scorso, in occasione del centenario della Casa romana. Adesso, però, questa piccola bomba è pronta a mordere l'asfalto davvero: si chiama Giannini 350GP4 e potremo vederla sfrecciare al BOIR 2018, ovvero il Best Of Italy Race, evento dedicato ai motori (auto e moto) che si terrà a Castell'Arquato, in provincia di Piacenza, dal 14 al 16 settembre prossimi.

Lei

Trazione integrale, quattro posti, 350 CV per la Giannini 350GP4. E poi carrozzeria allargata - disegnata dallo stilista Michele Bomboi – per far posto alla meccanica, sospensioni realizzate ad hoc, fanali anteriori supplementari integrati nel paraurti, interni sontuosi... Su di lei, Giannini – insieme alla azienda torinese Gram Torino Engineering – sta lavorando proprio in previsione della manifestazione piacentina. Per portare alla BOIR 2018 un succoso aggiornamento. Sul quale però vige ancora il più assoluto riserbo.

Leggi anche

L'evento

26 km di curve da Castell'Arquato a Monfasso chiusi al traffico, dove i proprietari di auto quali Lancia Delta S4, Stratos, 037, oppure Lamborghini Miura o Diablo o Bugatti EB110 sfrecceranno ben felici di farvi ascoltare i loro rombi. Insieme alla Mazzanti Millecavalli 7.3 V8 Twinturbo, alla Ferrari LaFerrari e Pagani Huayra, giusto per citarne tre. Una festa vera per chiunque abbia benzina al posto del sangue nelle vene, una Goodwood italiana. Dove la Giannini350GP4 potrà dire la sua.

Fotogallery: Giannini 350GP4