Gli azionisti convincono l’imprenditore sudafricano “È la strada migliore”

“Solo i morti e gli stupidi non cambiano mai opinione”. Elon Musk non è certo morto né tantomeno uno stupido e lo ha dimostrato ancora una volta tornando sui suoi passi e rinunciando a portare Tesla fuori da Wall Strett. Così i tanto discussi tweet di qualche giorno fa, nei quali l’imprenditore sudafricano aveva anticipato l’intenzione di ricomprare le azioni della sua creatura al prezzo di 420 dollari ciascuna, rimarranno lettera morta. Almeno fino al prossimo cambio di idea.

Azionisti contrari

Il perché di questa decisione sono spiegati in un comunicato stampa firmato da Elon Musk stesso “Viste le risposte ricevute, è chiaro come la grande maggioranza degli azionisti di Tesla creda che continuare a essere una public company sia la scelta migliore. Inoltre, un sostanzioso numero di azionisti istituzionali (ovvero altre aziende o fondi di investimento) hanno dei limiti imposti da regolamenti interni riguardanti investimenti in compagnie private”. Come anticipato quindi Musk ha chiesto ai propri azionisti un parere sul deciso cambio di rotta, ricevendo risposte negative da più parti.

Ora come ora dobbiamo concentrare tutte le nostre energie sulla Tesla Model 3 e iniziare a portare a casa profitti

Concentrati sulla Model 3

C’è poi un altro aspetto da non sottovalutare, come spiegato sempre da Musk nel comunicato stampa “Sapevo che il processo di trasformazione da compagnia pubblica a privata sarebbe stato duro, ma ora appare chiaro che avrebbe portato via ancora più tempo e risorse di quanto potessi immaginare. È un problema perché ora come ora dobbiamo concentrare tutte le nostre energie sulla Tesla Model 3 e iniziare a portare a casa profitti”.

Leggi anche

Tutto è bene quel che finisce bene?

Che si tratti di una decisione definitiva è difficile da dire e anzi, fossimo scommettitori punteremmo i nostri 2 cent su un nuovo dietro-dietrofront nel giro di qualche anno. Il fatto che Musk abbia cambiato idea (o gli si sia stata fatta cambiare) non significa che i suoi ragionamenti di qualche settimana abbiano improvvisamente perso la loro logica. Da sempre infatti Mister Tesla è geloso delle proprie aziende e l’idea di riprendersi completamente la propria creatura lo accompagna da tempo. Così come nella sua mente è ben fissa l’idea che, non dovendo più render conto ad azionisti e mercati, Tesla sarebbe libera da molti pensieri e fluttuazioni di mercato dovute a presunte fake news o notizie attendibili e confermate. Quale sarà la prossima mossa di Tesla? Non resta che aspettare i cinguettii del buon Elon.

Fotogallery: Tesla Model 3