Temperature estreme per mettere in crisi la resistenza della scoperta di lusso di Monaco

Il nome Death Valley (in italiano Valle della Morte) non è certo dei più invitanti ed esprime alla perfezione il clima che lì si respira. Temperature che superano agilmente i 50 gradi e che rappresentano un duro banco di prova per molte auto, specialmente se il loro tetto non è in lamiera ma in tela come quello della BMW Serie 8 Cabrio, che proprio tra California e Nevada sta svolgendo gli ultimi test prima del debutto.

Tra sabbia e asfalto rovente

La BMW Serie 8 non dovrà vedersela unicamente con le temperature infernali della Valle della Morte, ma sarà messa alla prova anche lungo la Strip di Las Vegas (la strada che attraversa la capitale del gioco d’azzardo), in mezzo al traffico che quotidianamente blocca la circolazione davanti agli imponenti casinò. Tester e auto si sposteranno poi nel deserto del Mojave, luogo ideale per testare la resistenza di carrozzeria e meccanica a polvere e sabbia.

Leggi anche

Saliscendi

Dalle depressioni desertiche al Monte Whitney fino alle Rocky Mountains la BMW Serie 8 continuerà i suoi test di resitenza, durante i quali verranno tenuti sotto osservazione tanti elementi come climatizzatore, sistema di infotainment, la nuova strumentazione digitale assieme naturalmente a motore, cambio e tutti gli altri elementi meccanici. Ci sarà poi una visita all’immensa diga Hoover, dove le forti onde elettromagnetiche generate dalle turbine diranno se l’elettronica della cabrio bavarese sia o meno pronta per la commercializzazione.

Fotogallery: BMW Serie 8 Cabrio, nuovi teaser nella Valle della Morte