Un taglio qui e uno là e la G apre un fazzoletto di cielo sopra la testa

Come dimenticare una fuoristrada come la Mercedes Classe G 4x42 , a sua volta originata dalla 6x6? Impossibile, specie se si considera che questi esotismi sono pur sempre costruiti sulla base di una vettura nata negli Anni '70. Ma, proprio quando pensavamo di averle viste tutte – compresa quella arricchita con il teak del campione di sci Jon Olsson – ecco l'ennesima novità: una Brabus G 500 4x42 di un simpatico color oro, tagliata col flessibile e diventata Landaulet.

Oltre al flessibile c'è di più

In realtà, la squadra dietro il progetto ha fatto molto di più che abbattere semplicemente il tetto di questa icona del fuoristrada. Ad esempio, i sedili posteriori a regolazione completamente elettrica e reclinabili su misura sono stati installati il più indietro possibile, nel tentativo di liberare più spazio per le gambe, perché su questa G 500 il passo non è allungato come sulla vera Landaulet – che, fra l'altro, ha ricevuto le poltrone della Classe S.

Leggi anche

Alcantara e pannelli

Inoltre, il bagagliaio è piccolo, perché i sedili sono stati spinti il più possibile verso la parte posteriore. È stato quindi necessario installare un nuovo tappeto posteriore, con un rivestimento del padiglione rielaborato, nuovi pannelli laterali e un bel po' di Alcantara. Ci sono voluti circa sei mesi per completare la trasformazione e, anche se per il momento non c'è una capote in tela, un tetto di tessuto potrebbe essere aggiunto in seguito. Sempre se il facoltoso proprietario ne sentirà il bisogno.

Fotogallery: Mercedes G500 4x4 Landaulet